HomeSenza categoriaInfrastrutture, tutte le opere in cantiere: rispunta il Lotto Zero

Infrastrutture, tutte le opere in cantiere: rispunta il Lotto Zero

Il viceministro Riccardo Nencini, in Molise per la Festa regionale dell’Avanti, illustra i progetti ferroviari e viari finanziati per la regione


PETTORANELLO DI MOLISE. Non solo l’occasione per discutere di alleanze in vista della prossima tornata elettorale. La visita a Pettoranello di Molise del viceministro alle infrastrutture Riccardo Nencini è stata la circostanza utile per fare il punto sulle opere viarie e ferroviarie in cantiere, quale volano di sviluppo del territorio. Ed ecco che, tra le altre cose, rispunta il famigerato Lotto Zero. L’esponente del governo, nell’evidenziare la bontà del lavoro svolto “in tandem con il governatore del Molise Paolo Frattura”, ha esordito: “E’ cambiata la cornice di riferimento. Mentre fino a qualche anno fa il Mezzogiorno era destinatario soltanto parzialmente di fondi ferroviari o stradali, negli ultimi due anni c’è stata un’inversione profonda di tendenza. Il 40 percento dei fondi Anas – ancora Nencini – viene oggi destinato al Mezzogiorno e la parte residua è divista tra Centro e Nord, con la consapevolezza che se non doti di infrastrutture fondamentali la parte più debole dell’Italia è difficile anche portare sviluppo”.

Di qui la ripartizione delle risorse approvata dal Cipe. “Per quanto riguarda la parte ferroviaria, – ha spiegato il viceministro – complessivamente per il Molise è previsto un investimento di 3 miliardi 600 milioni, di cui sono stati già finanziati 1 miliardo 700 milioni. Le opere più importanti, che riguardano direttamente o anche indirettamente il territorio molisano sono: l’upgrading Bacino Sud e isole; l’adeguamento e la velocizzazione della tratta Bologna–Lecce; il raddoppio della Pescara–Bari; l’adeguamento del corridoio Ten T Scandinavia-Mediterraneo Porti Adriatico e Mezzogiorno; l’upgrading della direttrice Adriatica Ionica; la metropolitana leggera Matrice–Bojano”. Interventi già annunciati, in parte, dal ministro Delrio in visita a Isernia e Termoli lo scorso agosto. Novità più eclatanti riguardano, invece, il settore viario. “Per quanto concerne la parte stradale – ha quindi aggiunto Riccardo Nencini – è previsto un investimento totale di 105 milioni di euro, sempre di fondi Cipe. Di questi, oltre 55 milioni sono stati finanziati per due grosse opere: 72 milioni per la Fondovalle Biferno con appalto tra il 2017 e il 2018; 32 milioni per la Statale 87 Sannitica con appalto nel 2018”.

Spunta poi, tramite i Fondi per lo Sviluppo e la Coesione la previsione, nel 2019, dell’avvio dell’appalto del Lotto Zero di collegamento tra il Bivio di Pesche e il Lotto 1 della Variante Isernia–Castel di Sangro. Altra grande novità riguarda, infine, il trasporto pubblico locale: “A disposizione, in cofinanziamento stato/regioni, risorse per 45 milioni di euro”.

ad

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Teatro a 1000 metri, il Rudens di Plauto in scena

Teatro a Mille metri, pubblico e consensi al ‘Sannitico’ di Pietrabbondante:...

Ospiti del sindaco Antonio Di Pasquo per la serata conclusiva con la commedia plautina 'Rudens' il Presidente Donato Toma e l'assessore Vincenzo Cotugno PIETRABBONDANTE. Si...