HomeNotizieSPORTEccellenza: Isernia sette bellezze col Tre Pini

Eccellenza: Isernia sette bellezze col Tre Pini

La capolista espugna anche Piedimonte Matese, centra la settima vittoria consecutiva per 0-2 e vola a quota 21 in classifica. Sorridono anche Venafro e Campodipietra


Risultati degli anticipi

Campodipietra-Campobasso 1919 1-0

Venafro-Riccia 6-3

Tre Pini Sporting Matese-Isernia 0-2 (Primo tempo 0-0)

Isernia: Biasella, Saulino, Sabatino,  Di Lonardo, Milanese, D’Ovidio (Martino), Mingione, Fazio, Iaboni (63’ Giordano), Di Matteo (38’Contestabile), Rega (46’Fasulo). All. Di Rienzo.

Tre Pini sporting Matese: Gallone, Pivetta (53’ Riccio F), Foschini (Riccio A.), Fasci, Riccio, Perrotta, Santoro (53’Guzzo), Palumbo, Ginestra (53’ Ciardiello), Cucciolillo, Langellotti. All. Geloso

Arbitro: Fantozzi di Civitavecchia ( Viotti-Mainolfi)

Note: ammoniti Di Lonardo e Giordano (Is), Riccio A. (TP). Espulsi Langellotti (TP) per doppia ammonizione e Contestabile,  che già ammonito esulta togliendosi la maglia.

Marcatori: 53’ Iaboni (Is) rig. e 72’ Contestabile (Is)

di Pierpaolo Amodei

PIEDIMONTE MATESE. Isernia sempre più sola al comando: dopo sette giornate, i biancocelesti di mister Di Rienzo centrano la settima vittoria consecutiva e volano a 24 punti in vetta alla classifica dell’Eccellenza molisana. Il Tre Pini approccia in maniera convincente la partita e prova a spaventare la prima della classe già dalle battute iniziali con una punizione dalla tre quarti di Langellotti che non riesce a tenere bassa la mira. Lo stesso attaccante campano si replica a distanza di qualche minuto su analoga situazione, e da fermo timbra in pieno la traversa. Gli ospiti si affacciano dalle parti di Gallone intorno al trentacinquesimo con un diagonale di Mingione che muore sul fondo.

In avvio di ripresa, il neo entrato Contestabile (dentro per l’infortunio di Di Matteo), viene atterrato da Riccio, contatto che provoca il calcio di rigore con tanto di ammonizione per il centrale difensivo biancoverde. Sul dischetto fa capolino Iaboni che batte Gallone, nonostante quest’ultimo intuisce l’angolo battezzato dal puma: 0-1.

Al ventisettesimo l’Isernia esce palla al piede dalla difesa, Fasulo lancia in verticale Contestabile, che vede il portiere fuori dai pali e da circa quaranta metri realizza un goal strepitoso, rimediando però un’ingenua espulsione perché già ammonito: il bomber sulmonese si toglie infatti la maglia nel corso dell’esultanza. Passa qualche minuto e per doppio giallo viene allontanato anche Langellotti del Tre Pini, ristabilendo  la parità numerica in campo. Prima del triplice fischio, ultimo brivido per la squadra di Di Rienzo, con i locali che nel corso di una sola azione colpiscono un palo e una traversa sulla doppia conclusione di Cucciolillo. Settima vittoria consecutiva per l’Isernia, dunque, che vola momentaneamente a più sei sul Venafro, vittoriosa nell’anticipo contro il Riccia, e a più sette sul Vastogirardi impegnato in trasferta con la Frentania.

In campo domani: Bojano-Sesto Campano  (Saluppo di Campobasso, Viotti-Di Pietro); Frentania-Vastogirardi (Matarese di Termoli, Farina-Rocchio); Guglionesi-Alife (Petraglione di Campobasso, Bibbò-Del Balso); Spinete-Termoli (De Castro di Campobasso, De Santis-Quaranta); Vulcania-Gambatesa (Vitale di Isernia, Gentile-De Gregorio);

Classifica provvisoria aggiornata: Isernia 21, Venafro 15, Vastogirardi 14, Termoli 13, Gambatesa e Campodipietra 10, Guglionesi e Tre Pini Matese 9, Spinete 8, Alife 7, Riccia, Frentania e Vulcania 6, Bojano 5, Sesto Campano 3, Campobasso 1919 0.

 

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Carpinone celebra San Rocco: tornano i giochi popolari e la gara...

Appuntamento domenica 14 e lunedì 16 agosto per una due giorni di divertimento e spettacolo CARPINONE. Tornano i giochi popolari in piazza a Carpinone. Dopo...