HomeSenza categoriaSfiducia a Frattura, il governatore ribadisce le sue ragioni in aula e...

Sfiducia a Frattura, il governatore ribadisce le sue ragioni in aula e il direttore di Telemolise querela ancora

Il presidente Paolo Frattura, uscito indenne dal voto in Consiglio, è tornato sul caso del processo di Bari rimarcando le sue posizioni e Manuela Petescia, attraverso una nota all’Ansa, annuncia di nuovo battaglia  


CAMPOBASSO. In occasione della discussione in aula della mozione di sfiducia, dalla quale è uscito indenne, il governatore del Molise Frattura è tronato a ribadire le sue ragioni, in particolare relativamente all’ormai famigerato processo di Bari. E così il direttore di Telemolise, Manuela Petescia, assolta dai giudici pugliesi con formula piena, insieme al pm Fabio Papa, dopo le denunce del presidente della Regione Molise, annuncia attraverso una nota all’Ansa che tornerà a querelare Frattura e che sul caso pubblicherà anche un libro.

 “Prendo atto che il Presidente Frattura, per difendersi da una mozione di sfiducia portata all’attenzione dell’Aula sulla base della nota vicenda di Bari, vicenda in cui aveva accusato due persone innocenti di gravissimi reati e che si è conclusa con la loro assoluzione piena e la sua consequenziale iscrizione nel registro degli indagati per calunnia, ha ribadito gli stessi argomenti del passato – scrive Petescia nella nota – Per Frattura, dunque, e per il suo codazzo di sostenitori non è successo niente. A Bari non si è celebrato nessun processo, durato 3 anni, con un Pm, un Gup, una decina di avvocati, né è stata emessa alcuna sentenza con le sue motivazioni. Frattura è tornato a ribadire, e quindi la sottoscritta tornerà a denunciare, – prosegue Petescia – che gli sarebbero stati chiesti i soldi, dunque che lui ha fatto bene a denunciare. Quello che è accaduto in questa regione somiglia veramente ad un grande spettacolo teatrale: un Governatore – afferma ancora il direttore di Telemolise in una nota – che annuncia e sollecita indagini e processi e, nonostante le clamorose e plateali sconfitte giudiziarie, continua instancabilmente a ripetere, come un disco incantato, le stesse accuse per le quali oggi, e posso affermarlo con estrema certezza, benché Frattura continui come suo solito a negarlo – sostiene Petescia – è sotto processo per calunnia”. E non è finita. “Per offrire un solo, piccolissimo, esempio delle sceneggiate ‘andate in onda’ in questa regione in 5 anni e per rispondere alle reiterate allusioni odierne del Governatore circa le mie intercettazioni telefoniche, – conclude la giornalista – è sufficiente far presente che parte offesa insieme a me di un processo contro la Squadra Mobile di Campobasso, che si è aperto a Bari, figura un magistrato: con molta probabilità lo stesso Pm che aveva aperto il fascicolo potrebbe aver denunciato la sua stessa polizia giudiziaria per averlo tratto in errore. E Paolo Di Laura Frattura ancora parla. Ancora per poco: le prossime elezioni regionali lo spazzeranno via”.

   

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...