HomeNotizieCRONACATerremoto, tutti i numeri dell’emergenza

Terremoto, tutti i numeri dell’emergenza

Super lavoro per vigili del fuoco e protezione civile. Toma: ad horas la Giunta per chiedere aiuti al governo centrale


CAMPOBASSO. Convocherà una Giunta ad horas e chiederà ufficialmente lo stato di emergenza in relazione ai danni provocati dal terremoto. Donato Toma non perde tempo. Dopo la visita del capo nazionale della Protezione Civile, Angelo Borrelli, che non ha nascosto la possibilità di altre, più forti scosse in Molise, il presidente della Regione continua, incessantemente, a lavorare per fronteggiare l’emergenza.

La richiesta di aiuti al governo centrale passerà per una serie di adempimenti di cui si stanno occupando i tecnici della Regione. Ma i numeri per lo stato di emergenza ci sono tutti: solo il Corpo dei vigili del fuoco ha effettuato finora 472 verifiche su edifici pubblici e privati, luoghi di culto, aziende e capannoni, con 45 interdizioni all’utilizzo. Ad esse vanno aggiunte quelle effettuate dalla Protezione Civile regionale e dai tecnici comunali; 240, invece, sono le persone provvisoriamente alloggiate in 61 tende che la Protezione Civile regionale ha provveduto a montare e il numero dei richiedenti pare sia destinato ad aumentare.

Toma, nel pomeriggio di oggi, Toma, ha effettuato un sopralluogo sul viadotto del Liscione e si è recato presso la tendopoli di Guglionesi, dove si è intrattenuto a parlare con i cittadini che sono lì momentaneamente ospitati. Con lui il prefetto di Campobasso, Maria Guia Federico, e l’assessore regionale alle Protezione Civile, Nicola Cavaliere. “Come faccio ormai dalla notte del 14 agosto – ha dichiarato il governatore – ho incontrato diversi cittadini. C’è tanta inquietudine, c’è il timore che le risposte delle istituzioni, come spesso è accaduto in casi analoghi, tardino ad arrivare. Ho detto loro che continueremo a lavorare giorno e notte, affinché nulla venga lasciato al caso e siano garantite le condizioni necessarie per la messa in sicurezza di edifici e opere pubbliche. Domani i tecnici dell’Anas provvederanno a mettere insieme i dati emersi in questi giorni di verifiche per dare una prima risposta sull’agibilità del viadotto e della diga del Liscione”.

“Colgo ancora una volta l’occasione – ha concluso – per ringraziare quanti si sono prodigati e si stanno prodigando a sostegno della popolazione. Un ringraziamento che va, ovviamente, a tutti gli attori del Comitato coordinamento soccorsi e, in particolare, ai volontari della Protezione civile per il ruolo essenziale che hanno avuto nella macchina dei soccorsi. Un gioco di squadra coordinato ed efficiente, un esercizio di professionalità e umanità, che ci rende orgogliosi di essere molisani”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Libri, ‘A pensarci bene’: Francesca Capozza presenta le sue strategie di...

Appuntamento a Pesche, nell'ambito delle iniziative programmate dal Comune per l'estate in paese PESCHE. 'A pensarci bene...Strategie di felicità': prima presentazione a Pesche per il...