HomeSenza categoriaIsernia, guardia alta sulle scuole: ‘protesta’ pacifica dei genitori in villa comunale

Isernia, guardia alta sulle scuole: ‘protesta’ pacifica dei genitori in villa comunale

L’assembramento pacifico di mamme, papà e bambini alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico


ISERNIA. Una festa pacifica che sembra quasi il compleanno di qualche cuginetto. Tende, giochi, lavagnette, colori. Genitori che chiacchierano magari davanti a un caffè, chi più accorato, chi più rilassato, ma tutti col sorriso. Risate, bambini che giocano. Per abbassare e raffreddare i toni, pensando ai piccoli che domani riprendono il loro anno scolastico tra polemiche che non dovrebbero toccarli. Senza però dimenticare le necessità e i disagi di una grande fetta di popolazione scolastica del capoluogo.

genitori in villa 2Questi, in sostanza, gli argomenti e le motivazioni della manifestazione tenutasi stamattina nella villa comunale di Isernia, alla quale hanno partecipato numerosi genitori e bambini dei vari plessi scolastici di Isernia, in modo particolare gli appartenenti al comitato ‘Giovanni XXIII’, ma anche quelli con i figli iscritti presso altre scuole. Un modo per ricordare all’amministrazioni e alle istituzioni, in maniera pacifica e tranquilla, che ci sono ancora molti bambini costretti a subire condizioni difficili in edifici poco consoni ad ospitare la loro vita scolastica.

Parlando con Carlo Izzi, portavoce ‘non ufficiale’ del gruppo, vengono fuori queste e altre questioni: la mancanza di mense e di palestre come si deve, il ritardo nei sopralluoghi e nei lavori di riqualificazione dell’ex centro anziani di via Umbria e soprattutto il bisogno di uguaglianza ed equità che dovrebbe spingere tutta la città a collaborare per la realizzazione di quell’obiettivo comune che è garantire condizioni di vita scolastica quotidiana dignitose e sicure ai bambini e al personale.

“Ci preme soprattutto mettere in atto un clima sereno e collaborativo, senza alzare i toni, perché è inutile e dannoso soprattutto per i bambini. Oggi è una festa, domani è il loro giorno con la riapertura delle scuole – continua Izzi – Sappiamo che gli obiettivi sono stati realizzati solo in parte, ma noi siamo disponibili a metterci in campo in prima persona se è necessario fare qualcosa anche di materiale. Siamo genitori, ci importa prima di tutto dei nostri figli”. Insomma, guardia ancora alta sul tema della sicurezza delle scuole. Non a caso, nella villa comunale è stata allestita una tenda da campo, quale simbolo della precarietà degli edifici scolastici.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Una serata di musica ed emozioni: ‘Il Tratturo’ in folkconcerto a...

La più famosa etnoband molisana proporrà affascinanti sonorità archetipali e prodigiose vicende agiografiche e mariane MACCHIA D'ISERNIA. Una serata di musica ed emozioni quella di...