HomeNotizieCRONACA‘Diamoci una scossa’, visite gratuite a casa sulla prevenzione sismica

‘Diamoci una scossa’, visite gratuite a casa sulla prevenzione sismica

Al via la prima giornata nazionale sul tema, organizzata per il 30 settembre prossimo con appuntamenti in piazza a Isernia, Venafro, Agnone e Frosolone


ISERNIA. ‘Diamoci una scossa’- Una visita non costa nulla ma può valere tanto: con questo titolo la Fondazione Inarcassa, insieme al Consiglio Nazionale degli Ingegneri, al Consiglio Nazionale degli Architetti e con il supporto scientifico del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, il Dipartimento protezione civile, la Conferenza dei Rettori Università Italiane e la Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria sismica, promuove la prima giornata nazionale della prevenzione Antisismica.

L’evento è in programma per il 30 settembre prossimo: attraverso punti informativi, in 500 piazze italiane, si punterà a favorire la cultura della prevenzione sismica e la conoscenza degli strumenti fiscali (Sisma Bonus) oggi messi a disposizione dallo Stato per migliorare la sicurezza delle abitazioni.

Gli Ordini professionali degli architetti e degli ingegneri della Provincia di Isernia hanno deciso di aderire all’iniziativa e gli infopoint saranno istituiti, dalle 10 alle 16, in quattro centri pentri: Isernia (Piazza Andrea d’Isernia), Venafro (Comune di Venafro), Agnone (Palazzo Bonanni) e Frosolone (Piazza Alessandro Volta).

Non solo dunque una campagna informativa, ma un’iniziativa che permetta di passare concretamente “dal sapere al fare” con visite tecniche informative presso le abitazioni da parte di Architetti e Ingegneri esperti in rischio sismico.

Per tutto il mese di novembre, inoltre, migliaia di professionisti, consapevoli dell’importanza del proprio ruolo tecnico per la messa in sicurezza del Paese, parteciperanno volontariamente all’iniziativa – prima nel suo genere in Italia – recandosi su richiesta dei proprietari presso le abitazioni per effettuare un sopralluogo tecnico, al fine di fornire una prima informazione sullo stato di rischio dell’immobile e sulle possibili soluzioni finanziarie e tecniche per migliorarlo, senza alcun costo per il cittadino.

Possono richiedere una visita tecnica informativa: il proprietario dell’immobile, l’affittuario, un amministratore di condominio, un mandatario di condomini o un titolare di diritto (usufrutto, uso, etc.). Laddove nell’edificio siano presenti più unità abitative, la richiesta può pervenire da uno solo degli aventi diritto. Nel caso in cui il numero di unità abitative dell’edificio sia superiore a nove la richiesta può essere fatta solo dall’Amministratore di condominio.

A partire dal 30 settembre, il Cittadino potrà richiedere, attraverso il portale, una visita tecnica informativa. Gli basterà inserire nell’apposito form di richiesta pochi dati personali e dell’abitazione (anagrafica, toponomastica, tipologia costruttiva, destinazione d’uso) e indicando le proprie disponibilità in termini di giorni e orari per la visita.

Una volta acquisite le informazioni, la piattaforma informatica verificherà le disponibilità dei professionisti nell’area ed assegnerà l’attività ad un professionista. Successivamente verrà inviato un sms ed una e-mail con indicato il nominativo del professionista che effettuerà la visita.

Entro dieci giorni dalla richiesta, il tecnico contatterà il richiedente telefonicamente per concordare giorno e modalità della visita.

L’attuale normativa prevede uno strumento finanziario, chiamato Sisma Bonus, per migliorare il grado di sicurezza delle abitazioni con una detrazione fiscale che può arrivare, se legato all’Eco Bonus, fino all’85% delle spese sostenute per l’adeguamento antisismico e con importi massimi di 136.000 euro per unità abitativa.

“Diamoci una Scossa!” si svolgerà per tutto il mese di novembre, che diventa il mese della prevenzione “attiva”.

TUTTE LE INFO: http://www.giornataprevenzionesismica.it/prevenzione_sismica/

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Museo dei Misteri di Campobasso

Giornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

La manifestazione di scena sabato 15 e domenica 16 ottobre CAMPOBASSO. tutto pronto per l’11esima edizione della Giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) d’Autunno. Sabato 15...