HomeSenza categoriaEnti Locali e sanità, le priorità per Boccardo: “Stabilizzare i precari e...

Enti Locali e sanità, le priorità per Boccardo: “Stabilizzare i precari e nuove assunzioni”. L’assemblea Uil con Librandi 

Appuntamento domani pomeriggio, presso la scuola edile di Campobasso. L’annuncio della segretaria regionale Tecla Boccardo: “Iniziativa necessaria per l’attuale fase storica”


CAMPOBASSO. I temi della sanità e degli enti locali, in rapporto al rinnovo dei contratti, saranno al centro dell’assemblea della Uil Fpl che si svolgerà, domani a partire dalle ore 15, a Campobasso presso la Scuola edile.
“L’iniziativa – spiega il segretario molisano Tecla Boccardo – si rende necessaria proprio perché siamo in una fase storica importante rispetto a questi settori. Abbiamo assistito al recente rinnovo dei contratti, che approfondiremo alla presenza del Segretario Organizzativo della categoria, Daniele Ilari. In Molise, poi, in questo ambito c’è tanto lavoro da fare, anche in virtù di quanto il settore del pubblico impiego e degli locali ricopra tra i lavoratori attivi molisani.

E allora, la prima cosa da fare – ancora la sindacalista – è accelerare con i percorsi di stabilizzazione dei precari, alla luce del Decreto Madia, dando seguito alla ricognizione che la Regione Molise ha avviato ma che in sanità ancora non è partita. Dopodiché occorre procedere alla verifica del fabbisogno di personale negli Enti locali e nel comparto sanitario pubblico nuove assunzioni, senza dimenticare le progressioni verticali di carriera che da anni attende il personale.

Ma ancora – conclude Boccardo – occorre una rapida ricognizione del personale che andrebbe in pensione che, qualora venisse approvata la cosiddetta ‘quota 100’, comporterà un ulteriore svuotamento degli organici nella pubblica amministrazione, con conseguenze anche sui servizi offerti”.

Parteciperà all’Assemblea il Segretario generale nazionale Michelangelo Librandi, impegnato in questo periodo proprio ai tavoli di discussione sui rinnovi contrattuali: “La prima misura che chiediamo – sostiene l’esponente della Uil nazionale – riguarda lo stanziamento delle somme necessarie a coprire l’elemento perequativo dei contratti del pubblico impiego in scadenza il 31 Dicembre 2018, oltre a reperire i fondi necessari per il rinnovo degli stessi relativo triennio 2019-2021. Sollecitiamo con forza il ripristino del turnover del 100% e l’avvio delle procedure che puntino alla totale stabilizzazione dei lavoratori precari, specialmente nelle regioni dove essi ormai hanno veri e propri connotati di storicità”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cammini di Fede, in Molise censiti Cercemaggiore e Castelpetroso

Per un turismo esperienziale e di qualità: la soddisfazione dell'Ufficio pastorale turismo sport CAMPOBASSO-ISERNIA. L’Ufficio Nazionale della Pastorale del Turismo della Conferenza Episcopale Italiana ha...