HomeSenza categoria'J'accuse' di De Luca: dopo 16 anni solo disoccupazione e declino

‘J’accuse’ di De Luca: dopo 16 anni solo disoccupazione e declino

Ma cosa abbiamo imparato da quell’esperienza? Un altro evento sismico, seppure di minore impatto, ha colpito a metà agosto alcune nostre comunità locali. Gli ingranaggi della ricostruzione stanno mostrando di nuovo il loro volto; sarà un’ulteriore spinta al declino?

Sapremo, questa volta, date le dimensioni modeste, mettere in campo forze, energie e progettualità positive? Un’altra piccola scommessa, forse, ci attende; ci viene offerta una nuova opportunità, un nuovo motivo di speranza un tempo supplementare a tempo scaduto?“

Per il Vescovo De Luca, la ‘nostra’ giornata della memoria “è non solo rivivere quel dolore che ha colpito in modo drammatico tante famiglie, la loro comunità locale di appartenenza e tutti gli abitanti di quei paesi del famoso ‘cratere’ che da quella data non sono più come prima ma è anche occasione per riflettere sul tempo trascorso da quel momento doloroso. Quella cicatrice ha segnato irrimediabilmente tante famiglie, tante persone, ma anche tante comunità molisane; quel dolore rimane, attraversa l’esistenza di tanti, segna irrimediabilmente la vita dei loro cari, ma è anche di monito per tutti noi, anche per le istituzioni locali, per i responsabili della cosa pubblica.

Il pensiero di quei bambini, ‘gli angeli di San Giuliano di Puglia’, vittime innocenti, diventa drammatico interrogativo, ma anche impegno perché eventi simili non accadano più, senso di corresponsabilità, vigilanza nell’amministrazione e gestione del nostro territorio, cura per l’ambiente nel quale viviamo; nei credenti si trasforma in preghiera costante, che dà forza e consolazione, e nello stesso tempo stimolo a operare per i più fragili, i più bisognosi, per quelli che vivono una vita sempre più precaria”.

Anche la Chiesa – ammette monsignor De Luca – ha sperimentato “freni, incomprensioni, indifferenza, sospetti accanto al sostegno e alla fiducia di tanti. Attraverso la Caritas e i suoi servizi sociali, ha progettato percorsi, promosso iniziative sociali, ha stimolato, sostenuto e accompagnato giovani e piccole imprese, nonostante le enormi difficoltà incontrate e i limiti delle sue possibilità. Continuerà a perseverare nella logica dell’ascolto, dell’incontro, della collaborazione, della condivisione di progetti e risorse, del coinvolgimento di tutte le altre forze positive e coraggiose, perché non ci si deve arrendere”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

GambaMusicFest, la super banda e le ‘maitunate’ estive entusiasmano la piazza

Grande serata ieri a Gambatesa per una iniziativa nuova. Si sono riuniti tantissimi musicisti originari del posto. Felice il sindaco Carmelina Genovese. Il Presidente...