L’autore del gesto è un inquilino delle case popolari. L’aggressione è avvenuta in Comune


BOJANO. Una caldaia non funzionante. E’ stato questo il motivo alla base dell’aggressione subita dal sindaco di Bojano Marco Di Biase. Aggressione avvenuta in Comune, da parte di un 50enne inquilino dell’Istituto autonomo case popolari, che si era rivolto al primo cittadino lamentando il mancato funzionamento dell’impianto termico della sua abitazione.

Alla replica del sindaco, che ha detto all’uomo di non poter intervenire per mancanza di finanziamenti, il 50enne ha reagito colpendolo con uno schiaffo, che ha fatto cadere Di Biase, che fortunatamente non ha riportato conseguenze fisiche, ma solo un grande spavento.

Sul posto sono subito arrivati i carabinieri di Bojano, che hanno denunciato l’uomo per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. L’inquilino ha spiegato il suo gesto con la situazione di difficoltà che sta vivendo, che si è accentuata con l’arrivo dell’inverno. Chi non vive queste situazioni, si è giustificato, non può comprenderle.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale