HomeSenza categoriaIsernia, 23mila euro per gli studi di vulnerabilità sulla Giovanni XXIII

Isernia, 23mila euro per gli studi di vulnerabilità sulla Giovanni XXIII

È del 29 dicembre la determina che affida i lavori grazie alle risorse ottenute attraverso un bando Miur dello scorso marzo


ISERNIA. Via libera allo studio di verifica della vulnerabilità sismica e alcune indagini complementari sulla struttura della scuola media Giovanni XXIII di corso Garibaldi a Isernia, grazie a un finanziamento di circa 23mila ottenuto dal Miur.

 “Il Miur – si legge nella determina del Terzo Settore – con apposito decreto direttoriale n. del 18 luglio dello scorso anno ha approvato la graduatoria generale complessiva degli interventi per la realizzazione delle verifiche di vulnerabilità sismica, pubblicando l’elenco degli interventi finanziati con le risorse di cui all’art. 41 del D.L. 24/04/2017 n. 50, convertito con modificazioni dalla L. n. 96 del 21/06/2017, di competenza del Dipartimento Casa Italia, fino alla concorrenza delle risorse disponibili”. La Giovanni XXIII di corso Garibaldi è l’unico edificio del capoluogo ammesso al finanziamento”

A marzo 2018 il ministero pubblicò un avviso per il finanziamento, in favore di enti locali, di verifiche di vulnerabilità sismica e progettazione di eventuali interventi di adeguamento antisismico sugli edifici di proprietà pubblica, censiti nell’anagrafe dell’edilizia scolastica e adibiti ad uso scolastico ricadenti nelle zone sismiche 1 e 2. Il Comune di Isernia candidò la scuola dell’infanzia ‘Giovanni XXIII’ – nello specifico la sede distaccata Ignazio Silone di via Umbria – la scuola elementare e materna ‘San Lazzaro’ in via Tiepolo, e, appunto, la sede storica della ‘Giovanni XXIII’.

Subito dopo si è proceduto a siglare la prevista convenzione con il ministero che prevedeva alcuni obblighi per il Comune. Tra questi figurava che il termine fissato per l’affidamento dell’incarico era il 31 dicembre scorso. Quindi, per scongiurare la revoca del finanziamento, l’ente di palazzo San Francesco ha provveduto, il 29 dicembre, ad affidare l’incarico all’ingegnere Alberto Di Lemme. Inoltre, con la stessa determina, il dirigente del Terzo Settore Giuseppe Cutone ha affidato al laboratorio Di Geo di Campobasso “l’integrazione delle prove ed indagini sulla struttura finalizzate al conseguimento di un livello di conoscenza LC3, per un importo della prestazione pari a 6.296,66 euro oltre Iva di legge, per complessivi 7.681,92 euro”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...