HomeSenza categoriaMaltrattamenti sui minori ed eccellenze scolastiche, Coia: “I due estremi della realtà”

Maltrattamenti sui minori ed eccellenze scolastiche, Coia: “I due estremi della realtà”

La riflessione del presidente della Provincia di Isernia, che nel giorno in cui è scoppiato il caso dell’asilo degli abusi ha inaugurato il centro fitness del Liceo scientifico ‘Majorana’


CAMPOBASSO. “Maltrattamenti su minori ed eccellenze scolastiche, due estremi della realtà”. Questo il commento del presidente della Provincia di Isernia, che ha inaugurato ieri nel Liceo scientifico ‘Majorana’ di Isernia un centro di attività motoria, fitness, laboratorio tecnologia sportiva.

“Una bella iniziativa – l’ha definita Coia – portata avanti con intelligenza dalla dirigente Lina Di Nezza e dal suo staff di docenti, attraverso l’uso di finanziamenti Pon Istruzione del costo di circa 150mila euro”.

Una palestra fitness modello, unica nel suo genere nel Centro-Sud, come ha sottolineato il presidente del Coni Molise Guido Cavaliere e la delegata provinciale Elisabetta Lancellotta, che con il Miur hanno da tempo sottoscritto accordi per la promozione dello sport e dell’attività motoria nelle scuole e nei programmi scolastici.

“Il Liceo Majorana – ha rimarcato ancora il presidente della Provincia – ha un indirizzo sportivo e, con le nuove attrezzature a disposizione, gli alunni potranno al meglio completare la loro preparazione. L’educazione motoria e sportiva è in grado di esaltare i valori culturali dello sport e del movimento, come forma di collaborazione sociale e di benessere collettivo. I valori delle esperienze di gruppo, la cooperazione”.

Quindi Coia ha ricordato la visita ai licei di Venafro e di Isernia, in occasione degli open day e della Notte dei licei, che ha permesso di evidenziare la ricchezza delle apparecchiature tecnologiche, audio visive, dei laboratori teatrali, delle attività curriculari di integrazione scuola/lavoro/territorio. A questo si aggiungono i progetti di educazioni ambientale nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, presentati dalla Provincia di Isernia e dalle istituzioni scolastiche.

“Ieri la stampa nazionale ed il Paese tutto – ha evidenziato ancora Coia – ci additavano come la provincia delle atrocità per colpa di due operatrici scolastiche (il termine educatrici non può essere usato ) che hanno ingiustificatamente commesso abusi e prevaricazioni nei confronti di alcuni alunni di un asilo. Un ‘crimine’ orrendo, quello della violenza su minori indifesi, che va denunciato e perseguito penalmente, che offende la comunità scolastica e civile e che allarma i genitori”.

“Però, fermo restando la condanna per le immagini diffuse dagli organi di polizia – ha concluso – va sottolineato che, accanto a questi deprecabili episodi, sui quali dobbiamo tenere alta la guardia, vi sono la maggioranza di azioni positive di docenti, istituzioni scolastiche, enti locali, che quotidianamente operano per garantire quel diritto costituzionale alla istruzione per conseguire un pieno e consapevole diritto di cittadinanza ai futuri cittadini della Repubblica”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Libri, ‘A pensarci bene’: Francesca Capozza presenta le sue strategie di...

Appuntamento a Pesche, nell'ambito delle iniziative programmate dal Comune per l'estate in paese PESCHE. 'A pensarci bene...Strategie di felicità': prima presentazione a Pesche per il...