HomeSenza categoriaIsernia, il Comune dà in affitto l’Officina della Cultura

Isernia, il Comune dà in affitto l’Officina della Cultura

L’intenzione del Comune è mettere a disposizione degli imprenditori la struttura abbandonata per la valorizzazione delle eccellenze locali in vista dell’ultimazione dei lavori del Parco della stazione


ISERNIA. Riqualificare l’Officina della Cultura e metterla a disposizione degli imprenditori per valorizzare le eccellenze locali. Questo l’obiettivo del Comune di Isernia che, alla luce dei lavori in corso per la realizzazione del Parco della Stazione, vuole che torni fruibile la struttura ormai abbandonata da anni.

Lo si apprende in una recente delibera della Giunta comunale con cui sono state date le direttive all’Ufficio tecnico per avviare le procedure previste per dare in fitto i locali.

L’Esecutivo ha dunque stabilito che “parte dell’edificio, ubicata a destra dell’ingresso e delimitata da tramezzatura già esistente, della estensione di mq 400 circa, sia destinata ad ospitare iniziative volte a favorire l’illustrazione e lo sviluppo dell’imprenditoria locale, con laboratori dimostrativi, esposizioni, convegni, attività didattiche e di formazione professionale”.

Dal progetto saranno escluse “le iniziative commerciali destinate esclusivamente alla somministrazione di alimenti e bevande, nonché iniziative volte alla produzione e alla vendita di beni di qualsiasi natura che non siano strettamente connesse alle attività previste”. L’Ufficio Tecnico provvederà quindi a pubblicare un avviso per le manifestazioni di interesse, a seguito del quale “sarà operata un’adeguata selezione competitiva per individuare l’operatore cui assegnare i locali in parola, ovvero, in caso di unica manifestazione di interesse pervenuta, sia dato corso ad adeguata negoziazione. I locali dovranno essere assegnati in locazione, per la durata prevista dalle vigenti disposizioni di legge in materia di locazione commerciale, per un canone congruo determinato dal settore, tenuto conto dei prezzi di mercato e delle condizioni dei locali da assegnare. Tutte le spese dei lavori di adeguamento dei locali all’iniziativa concordata, in regola con le vigenti disposizioni in materia di urbanistica e di edilizia, dovranno essere posti a carico dell’assegnatario, così come le spese per le utenze relative ai locali”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Natale in Vaticano, dal Molise una campana e la musica degli...

Si è svolta alla presenza di Papa Francesco, la cerimonia di inaugurazione dell'albero e del presepe in piazza San Pietro SCAPOLI/AGNONE. Il Molise protagonista con...