Oggi l’incontro tra l’assessore e il direttore regionale Pietro Diamantini. Tante le novità, oggetto di un confronto serrato. Eliminate le vecchie automotrici, collegamenti assicurati con i Minuetto e gli Swing. A breve ‘arriveranno’ anche i treni Pop. Entro aprile al via gli attesi lavori di elettrificazione


CAMPOBASSO. Detto, fatto. L’assessore Vincenzo Niro ha incontrato il direttore regionale di Trenitalia, Pietro Diamantini per ragionare del miglioramento del servizio offerto agli utenti molisani.

Un confronto serrato che ha portato ad alcuni punti fermi: la sostituzione delle vecchie automotrici sulla tratta Campobasso-Roma, sollecitata dall’assessore Niro, interesserà a partire dal prossimo mese di giungo anche le tratte Campobasso-Isernia e Campobasso-Caserta. Si utilizzeranno i treni Minuetto e gli Swing visto anche il livello di soddisfazione dell’utenza: dai dati riferiti al solo mese di gennaio, con particolare riferimento alla puntualità e al comfort, l’indice dei clienti soddisfatti è aumentato rispettivamente del 3,8% e del 4,4%.

Particolare attenzione allo sviluppo di nuovi collegamenti commerciali attraverso l’attivazione della metropolitana Matrice-Bojano, con eventuale velocizzazione anche della tratta Matrice-Venafro e la riapertura delle linee Campobasso-Termoli e Campobasso-Benevento.

treno pop 1

Un obiettivo già annunciato dall’assessore Niro nelle scorse settimane e anche ieri, nel corso del Consiglio regionale. Quindi esiste allo stato la concretezza di una azione politica in tal senso, concertata con Rfi e che comprende, prioritariamente, i lavori di elettrificazione della rete la cui cantierizzazione è prevista entro il mese di aprile, il coordinamento del processo di velocizzazione della tratta Matrice-Bojano con quello di elettrificazione e la riapertura della tratta Campobasso-Termoli, che dovrebbe avvenire a partire dalla prossima estate. Per il processo di elettrificazione i tempi prevedono la fine dei lavori entro il 2023 (quindi entro i prossimi 4 anni) ma Trenitalia si è resa disponibile ad analizzare anche una rimodulazione di tale proiezione, come richiesto dalla struttura regionale.

Trenitalia ha proposto un aggiornamento contrattuale che prevede il rinnovo della flotta con l’utilizzo di convoglio diesel/elettrici e del treno Pop, il che consentirà quindi l’abbattimento dell’età media dei mezzi utilizzati che dai 27 anni del 2019 dovrebbe passare ai 9 anni entro il 2033.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale