La Squadra Mobile ha denunciato l’uomo accusato di aver aggredito un 73enne mentre stava pascolando il suo gregge. La vittima è finita al pronto soccorso


ISERNIA. Lesioni personali e minacce aggravate: questa l’accusa formulata nei confronti di un 63enne residente in un centro della provincia di Isernia, denunciato dalla Squadra Mobile per avere aggredito un pastore.  

Stando a quanto ricostruito, la vittima 73enne stava pascolando il proprio gregge su un terreno di proprietà dei suoi familiari. Improvvisamente però, alcuni animali, sfuggendo al suo controllo, si sono allontanati e hanno invaso un terreno attiguo.  L’uomo si è attivato immediatamente per recuperare gli ovini ma, dopo poco, è stato raggiunto dal 63enne, proprietario del terreno, che brandiva un bastone.

L’aggressore, con mossa istantanea, ha gettato del liquido addosso al pastore e, mostrando un accendino, ha minacciato di dargli fuoco insieme al gregge. Poi si è allontanato forse perché spaventato dalle urla della vittima, che ha subito avvertito un fortissimo bruciore agli occhi.

Il pastore ha dovuto far ricorso alle cure del Pronto Soccorso per una forte irritazione agli occhi ed alle vie aeree superiori causata appunto dalla benzina che gli era stata gettata addosso.

Grazie anche alle informazioni raccolte dal personale della Squadra Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, intervenuto presso il Pronto Soccorso, gli agenti della Squadra Mobile sono riusciti ad individuare e rintracciare il responsabile, che ora dovrà rispondere davanti al giudice dei reati commessi.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale