HomeNotizieCRONACASequestri sulle spiagge del Molise, ufficiali aggrediti e la solidarietà del ministro...

Sequestri sulle spiagge del Molise, ufficiali aggrediti e la solidarietà del ministro Toninelli

Nelle scorse ore l’operazione della Capitaneria di Porto di Termoli atta a liberare il litorale occupato abusivamente con attrezzatura da spiaggia


TERMOLI. Nelle scorse ore il blitz della Capitaneria di Porto di Termoli contro l’occupazione abusiva delle spiagge con sdraio, ombrelloni e altre attrezzature similari.
Conclusosi con l’aggressione di due operatori da parte di altrettanti vacanzieri. Un episodio che ha conquistato la ribalta nazionale, con l’intervento finanche del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

Nel contesto dell’operazione, denominata ‘Mare Sicuro’, e scattata sull’arenile nord di Termoli, di fronte residence e abitazioni private all’altezza del Grattacielo, gli ufficiali hanno requisito numerosi accessori balneari che vengono lasciati solitamente sulla battigia dai villeggianti. Con questi ultimi che hanno protestato animatamente.

Sulla vicenda è intervenuto in primis il sindaco Francesco Roberti. “Esprimo solidarietà ai militari della Capitaneria di Porto coinvolti e aggrediti durante i sequestri di sdraio e ombrelloni sulle spiagge libere negli ultimi giorni. Non si tratta di fare dispetti a nessuno, – ha detto – c’è un regolamento, e come gli altri, deve essere rispettato da tutti. Anche in passato è successo qualcosa del genere, ma mai si era dovuto assistere a quanto avvenuto nelle ultime ore. Una collettività cresce quando tutte le parti in causa collaborano ad un fine comune. Non è una novità che nelle ore notturne, per la pulizia degli arenili, bisogna sgombrare le spiagge libere. Perché poi prendersela con persone che svolgono il loro lavoro. Facciamo tutti insieme un richiamo al senso civico e nell’esprimere nuovamente solidarietà ai protagonisti di questa vicenda, mi auguro che tutto ciò non accada più”.

Poi l’intervento del ministro Toninelli. “Esprimo solidarietà e gli auguri di pronta guarigione – ha dichiarato con un post su Facebook – ai sei militari della Capitaneria di Termoli che ieri sera operavano nell’ambito dell’operazione ‘Mare Sicuro’ per restituire la fruizione del pubblico demanio marittimo, occupato abusivamente con attrezzature da spiaggia. I militari sono stati oggetto di aggressione verbale e fisica da parte di alcuni malintenzionati e sono stati ricoverati in ospedale con escoriazioni e contusioni. Aggressori identificati e denunciati. Manteniamo alta l’attenzione – conclude – per garantire a tutti vacanze serene e il libero uso dei nostri litorali”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale  

Più letti

Venafro, tutto pronto per la settima edizione di ‘Femminile Plurale’

Appuntamento giovedì 7 marzo presso la Palazzina Liberty VENAFRO. Venus Verticordia ha il piacere e l'onore di presentare la settima edizione di Femminile Plurale, la...
spot_img
spot_img
spot_img