HomeSenza categoriaIsernia, la nuova' tassa' sui parcheggi: con la App 1,09 euro per...

Isernia, la nuova’ tassa’ sui parcheggi: con la App 1,09 euro per 4 minuti

Entrata in funzione la modalità di pagamento delle soste blu tramite applicazione EasyPark, si scopre che la tariffa minima è addirittura più alta rispetto al pagamento in contanti: tutta colpa di una commissione di 39 centesimi che scatta a partire dal 4° minuto di parcheggio. Ma potrebbero esserci presto in funzione nuove app più economiche


ISERNIA. Non c’è e, a quanto pare, non ci sarà mai una ‘luna di miele’ tra i cittadini di Isernia e le soste blu.
Cresce, infatti, il malcontento per un servizio che, con il passare dei giorni, si presenta sempre più lacunoso, claudicante e scomodo a voler usare un eufemismo, trasformandosi quasi in disservizio.

nuovi parchimetriQuanti hanno aspettato l’attivazione della famigerata App al fine di poter frazionare il tempo di sosta, che pagando in monete non può essere tarato al di sotto di un’ora, è rimasto deluso. Anzi, beffato: il tempo può essere frazionato, ma l’importo no. Ed è pure superiore, a causa della commissione di 39 centesimi che l’azienda che gestisce l’applicazione, Easy Park, prende di default sul servizio offerto.

E, dunque, per sostare nel capoluogo pentro la tanto vituperata tariffa degli 80 centesimi è addirittura il male minore. Con la App, infatti, a partire dal quarto minuto e fino al 60esimo di parcheggio si paga 1,09 euro, con una commissione su un’ora di tempo che incide del 36%.

Quasi una nuova tassa, della quale più equo sarebbe stato se a farsene carico avesse pensato la Aj Mobilità di Spoleto, aggiudicataria del bando e chiamata a garantire anche questo genere di servizio, pure se ceduto a terzi. Non certo l’ennesimo macigno sui cittadini. Senza contare che i parchimetri, chissà perché, non danno il resto.

In ogni caso, le ombre sulla questione ‘strisce blu’ si fanno sempre più dense. Una vicenda iniziata con l’ormai nota lievitazione dei posti messi a bando, passati da 827 a 972 per effetto di una determina dirigenziale del Settore Tecnico, in barba alle decisioni del Consiglio comunale assunte nel 2018, poi risoltasi, dopo una prima sospensione della gara, con una trattativa tra Comune e ditta aggiudicataria e con 867 stalli finali, e l’esecuzione di una serie di interventi per la città tra cui la manutenzione della segnaletica orizzontale, le migliorie al terminal bus e la riattivazione del bike sharing. Proseguita con la contrattualizzazione, part-time e a rotazione, degli ausiliari del traffico sui quali è nato il sospetto di una parentopoli con dipendenti e funzionari comunali.

Vicenda ora esacerbata dall’attivazione dell’App. Il tutto aspettando l’entrata in funzione della modalità di pagamento con carta di credito che, si teme, a questo punto, possa solo peggiorare.

L’unica certezza è che il cittadino continua a dare, in attesa di poter ricevere servizi degni di questo nome. Si confida in altre app, che secondo indiscrezioni entreranno in funzione a breve e saranno più economiche e funzionali.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale 

 

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

‘Musica in villa’, si parte il 3 luglio: Histérico Duo apre...

I concerti estivi a Villa de Capoa, organizzati dagli ‘Amici della musica’, con il contributo del Comune di Campobasso CAMPOBASSO. Domenica 3 luglio, all’interno di...