HomeSenza categoriaNuovi bandi per 27 milioni di euro ma Toma avverte: lavoriamo anche...

Nuovi bandi per 27 milioni di euro ma Toma avverte: lavoriamo anche sull’emergenza viabilità

Sul ‘piatto’ una dotazione economica rilevante e il governatore ha già in mente bandi snelli con procedure a sportello. Ma la ‘madre di tutte le battaglie’ resta il miglioramento infrastrutturale


CAMPOBASSO. Una dotazione economica importante, da ‘immettere’ sul territorio per nuovi bandi destinati alle imprese. In via Genova si ragiona di come ‘ossigenare’ il tessuto economico, con bandi più appetibili e anche più snelli, prevedendo procedure a sportello sulle quali il governatore Toma intende puntare. Ma, nella strategia del presidente della Regione, c’è un punto fermo dal quale non si può prescindere. La ‘madre di tutte le battaglie’: la viabilità regionale

In fase di ultimazione il recepimento delle istanze provenienti dai Comuni per poi procedere ad una mappatura degli interventi indispensabili e ‘utili’ per dotare il Molise di una rete stradale adeguata alle esigenze di sviluppo che, naturalmente, i bandi pubblici destinati alle imprese portano con sé. E, secondo l’idea del presidente, si tratterà di una serie di lavori importanti per oltre 30 milioni di euro.

Sul fronte bandi per le imprese, ieri un primo incontro a Roma.

“La Regione Molise è stata presente al Mise con i suoi dirigenti per comprendere come riuscire ad utilizzare 9 milioni di euro derivanti dal mancato utilizzo dei 15 complessivi che erano la dotazione economica rispetto alla legge 181, che riguarda l’area di crisi. Ho ritenuto – ha spiegato il presidente Toma – dover avviare un confronto con Invitalia per capire la possibilità di reimmetterli sul territorio visto che ho ben chiara la programmazione che ne vorrò fare. Inoltre abbiamo altri 9 milioni di euro derivanti dal mancato utilizzo della dotazione complessiva appostata sui bandi per l’artigianato e altri 9 che riguardano fondi Por e Fsc. Insomma, ragioniamo di circa 27 milioni di euro per i quali ho in mente bandi con procedure a sportello e destinati a tutte le imprese”.

Il ragionamento avviato dai dirigenti regionali con Invitalia quindi è teso a comprendere le modalità tecniche per reimmettere quelle somme che ammontano a 9 milioni di euro: sulla legge 181, dei 15 milioni appostati, ne sono stati destinati 6 per 3 progetti. Un bando ‘impegnativo’ quello di Invitalia, per il quale poi ci sono state alcune marce indietro e parecchie esclusioni.

L.S.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Macchia d’Isernia, premio Ercole: ecco i 4 vini vincitori 

Nel concorso, riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura, sono stati premiati i doc presenti in Molise. GUARDA IL VIDEO MACCHIA D’ISERNIA. Il premio Ercole, quest’anno alla sua...