Il commento del presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise e la riflessione sulle indispensabili tutele verso le aziende e i lavoratori


CAMPOBASSO. Uno dei quotidiani storici del panorama dell’informazione regionale, dal primo ottobre, non sarà più nelle edicole. Dopo 9 anni il dramma di ripete. Allora, era il mese di giugno del 2010, chiuse i battenti per sempre “Il Nuovo Molise Oggi”, il primo quotidiano regionale, entrato nelle edicole nel 1996. Anche allora circa 30 dipendenti rimasero senza una occupazione, senza una fonte di reddito.

“La chiusura di un’azienda editoriale rappresenta un irreparabile danno per la Democrazia e per il Pluralismo dell’informazione. Come presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise e anche come cittadina-lettrice, esprimo solidarietà a tutti coloro, giornalisti e non, che dal 1 Ottobre resteranno senza un sostegno economico”.

E’ il commento diPina Penna, alla notizia della chiusura de “Il Quotidiano del Molise”.

“La crisi dilagante, con la carta stampata caduta verso gli abissi, richiede, da noi più che altrove, una seria riflessione di ampio respiro. Senza entrare nel merito delle motivazioni che hanno portato l’Editore a chiudere una Testata storica come ‘ Il Quotidiano del Molise’, senza entrare nel merito delle prerogative della Politica, voglio sottolineare l’importanza dell’informazione che, come bene di valore strategico e sociale, va tutelata nel rispetto della nostra Carta Costituzionale. La tutela deve, però, necessariamente passare attraverso azioni e interventi di sostegno alle Aziende e di rispetto della dignità umana e professionale dei lavoratori del settore”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale