HomeNotizieCRONACA“Ti sfiguro con l’acido”, botte e minacce all’ex fidanzata: arrestato 36enne di...

“Ti sfiguro con l’acido”, botte e minacce all’ex fidanzata: arrestato 36enne di Campobasso

L’uomo è stato fermato a Milano, mentre stava per partire per il Sudamerica. La ragazza aveva presentato denuncia dieci giorni fa


CAMPOBASSO. “Ti sfiguro con l’acido”, quando ha sentito quelle parole una ventenne che da tempo subiva le angherie del suo ex fidanzato ha deciso che non poteva più aspettare. E’ andata alla Polizia e lo ha denunciato.

La vittima è una ventenne di Rimini e lo stalker è un 36enne di Campobasso, che da un po’ di tempo si era trasferito in Emilia Romagna, arrestato ieri a Milano dalla Polizia e ora ai domiciliari. Il giovane stava tentando di fuggire in Sudamerica.

Come la vittima ha raccontato alle forze dell’ordine le percosse, gli insulti e le minacce erano iniziate durante la loro relazione. Quando i due si sono lasciati, per la gelosia e l’atteggiamento violento del 36enne, altri pedinamenti e nuovi atti persecutori. Con quella minaccia, “Ti sfiguro con l’acido”. Da qui la denuncia e quindi l’arresto per maltrattamenti, atti persecutori e lesioni.

La Polizia ha rintracciato il molisano a Milano, notificandogli l’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. Il giovane era in partenza per il Sudamerica ed è stata fondamentale la collaborazione tra le Questure di Rimini e Milano per rintracciarlo e fermarlo. La sua ex aveva presentato denuncia il 16 settembre, integrandola tre giorni dopo.

Come ha raccontato ai poliziotti la relazione con il giovane campobassano era diventata una prigione, un incubo che le aveva generato uno stato di ansia perdurante e di timore. Nella denuncia ha raccontato che l’uomo la picchiava con schiaffi e pugni, le stringeva il collo con forza,  la denigrava e la insultava. Per arrivare a minacciarla di morte e a sfigurarla con l’acido.

Un incubo al quale la ragazza ha deciso di mettere fine. A chiedere la protezione delle forze dell’ordine, che hanno bloccato l’uomo, che evidentemente si è sentito braccato e ha tentato di far perdere le sue tracce. Lasciando il Paese. Ma è stato fermato in tempo ed ora dovrà rispondere di un’accusa grave. Che lo ha già portato agli arresti domiciliari.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

 

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Macchia d’Isernia, premio Ercole: ecco i 4 vini vincitori 

Nel concorso, riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura, sono stati premiati i doc presenti in Molise. GUARDA IL VIDEO MACCHIA D’ISERNIA. Il premio Ercole, quest’anno alla sua...