HomeSenza categoriaExport e turismo in calo: troppe ombre per l’economia molisana

Export e turismo in calo: troppe ombre per l’economia molisana

MERCATO DEL LAVORO. Nel mercato del lavoro l’occupazione è cresciuta a un ritmo attenuato rispetto al 2018: il divario nel confronto con i livelli pre-crisi, già colmato in Italia, resta significativo. La diminuzione del numero di persone in cerca di occupazione e la contestuale crescita delle forze di lavoro hanno determinato una riduzione del tasso di disoccupazione. Il ricorso alla Cassa integrazione guadagni è tornato ad aumentare sensibilmente, per effetto di interventi sia ordinari sia straordinari nell’industria manifatturiera.

“Il tasso di occupazione – si legge nel rapporto – è aumentato al 53,6 per cento nella media del semestre anche per effetto del calo della popolazione di età compresa tra i 15 e i 64 anni. Il maggior numero di occupati si è riflesso in un aumento delle forze di lavoro, nonostante la riduzione delle persone in cerca di occupazione. Il tasso di disoccupazione è sceso al 12,6 per cento (dal 13,0 per cento del 2018), un valore che si conferma sensibilmente inferiore a quello del Mezzogiorno (18,3 per cento) e più elevato di oltre 2 punti percentuali di quello nazionale (10,4 per cento).

PRESTITI E RISPARMI. Nei primi mesi dell’anno i prestiti bancari al settore privato non finanziario sono rimasti sostanzialmente stabili, a fronte dell’incremento rilevato in Italia e nel Mezzogiorno. I finanziamenti alle imprese si sono ridotti, risentendo di una domanda di credito ancora debole e di un lieve irrigidimento delle condizioni di offerta. La crescita del credito alle famiglie è stata sostenuta soprattutto dal credito al consumo, a fronte di un rallentamento dei prestiti per l’acquisto di abitazioni. La qualità del credito è rimasta nel complesso invariata rispetto allo scorso anno, mostrando tuttavia un lieve peggioramento per le imprese.
La crescita dei depositi bancari è proseguita, alimentata dal risparmio delle famiglie e dall’accumulazione di risorse liquide da parte delle imprese.
Crescono dunque i risparmi che possono essere legati, ad avviso del direttore dalla Banca d’Italia “a un atteggiamento di maggiore cautela da parte delle famiglie – ha evidenziato – che preferiscono mantenere anche una scorta di liquidità nell’incertezza delle decisioni da dover prendere in merito al loro futuro in un contesto ancora da decifrare”.

Deborah Di Vincenzo

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Locandina Montenero Adriaclim

Progetto AdriaClim, tutto pronto per il terzo workshop partecipativo

Strumenti di informazione, monitoraggio e gestione dei cambiamenti climatici per le strategie di adattamento nelle aree costiere dell'Adriatico: l’evento venerdì 8 luglio MONTENERO DI BISACCIA....