HomeSenza categoriaOpere pubbliche, in programma lavori per 40 milioni di euro. L’opposizione: confronto...

Opere pubbliche, in programma lavori per 40 milioni di euro. L’opposizione: confronto mancato

In merito agli interventi previsti per il 2020. Come ha anticipato il sindaco Roberto Gravina è volontà dell’amministrazione approvare il bilancio entro la fine dell’anno. Sulla cittadinanza onoraria a Liliana Segre e Pietro Terracina dibattito rinviato a venerdì 29 novembre


CAMPOBASSO. Quaranta milioni di euro per le opere pubbliche, soltanto nel 2020. Questa la cifra, consistente, contenuta nel Piano triennale delle opere pubbliche. Fondi importanti, come importanti sono gli interventi, a partire da quelli del Cis. A evidenziarlo il capogruppo della Lega Alberto Tramontano, primo firmatario della mozione, “finalizzata ad aprire il dibattito sull’argomento e non a essere votata”, discussa oggi dal Consiglio comunale di Campobasso. Che vista la fittissima agenda dei lavori, come deciso dalla Conferenza dei capigruppo, proseguirà i lavori venerdì 29 novembre.

“Sul piano triennale delle opere pubbliche è mancato il coinvolgimento, soprattutto in Commissione”, ha detto Tramontano, che ha poi espresso dubbi sulla volontà dell’amministrazione di accendere un mutuo di un milione di euro per la manutenzione delle strade, mentre la prima priorità dell’amministrazione dovrebbe restare la sicurezza delle scuole. Molte delle quali, come emerso dai monitoraggi svolti dalla Commissione tecnica dell’Unimol, sarebbero da abbattere e ricostruire, più che da adeguare.

Un mancato confronto, ha replicato il sindaco Roberto Gravina, dovuto alla necessità di accelerare le procedure, vista la volontà dell’amministrazione di approvare, per la prima volta, il bilancio di previsione entro il 31 dicembre 2019. Quanto ai fondi destinati alla messa in sicurezza delle scuole, ha aggiunto il sindaco, si stanno completando le indagini geologiche indispensabili per avere la garanzia dei fondi, 11 milioni di euro di fondi Cipe, a cui si aggiungeranno anche altri finanziamenti, per la realizzazione delle nuove scuole cittadine. Un progetto avviato dalla precedente amministrazione comunale, guidata da Antonio Battista.

“Qualcosa non ha funzionato se è mancato il tempo per andare in commissione, che è il tempo della democrazia”, la sottolineatura dell’ex primo cittadino Battista. Protagonista di una serie di punzecchiature all’indirizzo di Gravina, dalle scelte del Cis ai distinguo sul Bando periferie, pur votato dai dem e da tutta la vecchia maggioranza, che aveva avviato il percorso.

Nell’elenco di opere da realizzare anche la riqualificazione turistica dell’area del Castello Monforte, che si collega al progetto Cis del trenino elettrico, alla realizzazione del campo di rugby e dell’impianto sportivo di Selva Piana, anche per ospitare le partite della Nazionale, alla sistemazione di via delle Frasche, che diventerà a senso unico, oltre a diversi interventi sulla viabilità.

L’argomento è stato discusso nella seduta pomeridiana del Consiglio comunale, interrotto solo per svolgere la riunione della Conferenza dei capigruppo, che ha deciso di rinviare a venerdì 29 novembre il dibattito sulle mozioni non trattate, a partire da quella del Pd per la concessione della cittadinanza onoraria di Campobasso a Liliana Segre e Pietro Terracina.

Tra i temi affrontati anche quelli dell’ampliamento della raccolta differenziata nel quartiere di San Giovanni dei Gelsi, che partirà il 10 dicembre. Una tempistica contestata dal capogruppo dem Giose Trivisonno, per il quale sarebbe stato più opportuno iniziare a gennaio, passate le feste natalizie e di fine anno, per superare possibili disagi per la popolazione. Criticità non ravvisate dall’assessore all’Ambiente Simone Cretella, per il quale la quantità di rifiuti che si produce nel periodo natalizio rende più opportuno avviare prima delle feste l’estensione del servizio. Che potrà essere migliorato in caso di necessità.

Non è mancato un omaggio a Fred Bongusto, il grande artista campobassano di recente scomparso. Il capogruppo di Forza Italia Mimmo Esposito ha puntato il dito sul progetto del cantautore molisano Antonello Carozza, che col fratello Tiziano ha messo a punto ‘La via del Bongusto’. Un progetto da far partire subito, secondo Esposito, celebrando già durante le feste natalizie Fred Bongusto con l’evento ‘La Via del Bongusto nel borgo antico del capoluogo’, coinvolgendo la strada dove l’artista era nato, via Marconi, e mandando in filodiffusione le canzoni dell’indimenticabile autore di ‘Una rotonda sul mare’. 

Carmen Sepede

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

‘Palcoscenici: il Molise è di scena’, le mille anime della musica...

Presentato all'auditorium di Isernia il programma degli eventi promosso dalla Regione. Nel cartellone i concerti curati dalla Fondazione Molise Cultura e dal conservatorio Perosi....