HomeSenza categoriaIsernia, riscossione tributi a regime: introdotte le prime agevolazioni

Isernia, riscossione tributi a regime: introdotte le prime agevolazioni

L’annuncio del sindaco d’Apollonio nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale. Prevista a breve la riduzione dell’addizionale comunale


ISERNIA. Primi benefici per i cittadini di Isernia derivanti dall’attività di accertamento e riscossione dei tributi da parte del Comune. A dare la ‘lieta novella’ il sindaco d’Apollonio nel corso dell’ultima seduta dell’assise di palazzo San Francesco, mentre relazionava sui risultati del proprio mandato, dall’insediamento ad oggi.

“Seppur tra mille difficoltà iniziali, dovute essenzialmente alla mancanza di banche dati per i tributi minori, alla mancata implementazione dei pagamenti sugli altri tributi e dall’assenza pressoché totale di attività accertativa, – ha annunciato il primo cittadino –l’attività di accertamento e riscossione sta entrando definitivamente a regime. Ricordiamo che sono state apportate modifiche sostanziali al regolamento per la riscossione delle entrate, in particolar modo relativamente alla Tari, inserendo tutta una serie di agevolazioni per color che versano in situazioni particolari, come ad esempio: nuclei familiari con disabili beneficiari della Legge 104; studenti universitari titolari di contratto di locazione registrato in altra provincia; nuclei familiari con Isee inferiore a determinati parametri; neonati fino a 36 mesi”.

Ma non è finita. Sempre il sindaco ha anticipato che allo studio, e poi passerà in Consiglio comunale per l’eventuale ratifica, vi è una modifica per quanto attiene la possibilità di rateizzare i pagamenti dei debiti tributari.

Tra le attività svolte ha altresì ricordato la lettura dei contatori dell’acqua con il sistema della geolocalizzazione, stimando per il 2020 la conclusione del recupero delle annualità pregresse, per poter finalmente ricominciare ad emettere ruoli per il solo anno di competenza.
Nella sua relazione d’Apollonio ha poi fatto accenno al tema dell’Imu e, dunque, al numero degli atti notificati per accertamenti relativamente alle annualità 2012-2014 per un totale complessivo di oltre 7 milioni.

Un’attività importante e strategica che consentirà, nel medio periodo, di operare una riduzione dell’addizionale comunale. “Questa amministrazione – ha concluso – non ha in nessun modo operato un incremento della tassazione, ma ha introdotto, per la prima volta, agevolazioni per i contribuenti che si concretizzano in effettivi risparmi di imposta”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale  

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Legambiente, convegno finale sul progetto ‘Minimo Impatto: stili di vita sostenibili...

La presidentessa regionale Marilena Bredice ha presentato i risultati del questionario condotto CAMPOBASSO. Ieri 28 settembre presso il Centro culturale Ex Onmi, Sala Alphaville a...