I giudici di secondo grado hanno ridimensionato la sentenza di condanna emessa nei confronti di Lucio De Bernardo


CAMPOBASSO. La Corte di Appello di Campobasso ha ridotto la condanna per peculato inflitta all’ex consigliere regionale Lucio De Bernardo. Da 1 anno e due mesi si è passati a 8 mesi in relazione alla particolare tenuità dei fatti, ma con molta probabilità, per scrivere la parola fine, bisognerà attendere il giudizio della Corte di Cassazione alla quale si rivolgerà certamente Arturo Messere, avvocato di  fiducia di De Bernardo.

Ad essere contestati sono i fatti avvenuti nel 2012. In esame ci sono delle fatture dell’ex consigliere regionale di Progetto Molise, attualmente direttore del Distretto socio-sanitario di Isernia.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale