HomeSenza categoriaIl Consiglio comunale fa blocco a difesa della Polfer: approvata la mozione...

Il Consiglio comunale fa blocco a difesa della Polfer: approvata la mozione del centrosinistra

Sottoscritta anche dai capigruppo dei Popolari per Campobasso e Forza Italia, Colagiovanni ed Esposito. Ma tra il Pd e l’assessore Cretella è scontro sulla App che aiuta i cittadini nella raccolta differenziata


CAMPOBASSO. Salvare il posto di Polizia ferroviaria di Campobasso, il Consiglio comunale di Campobasso ha approvato all’unanimità la mozione presentata dai consiglieri del Pd e della Sinistra per Campobasso Antonio Battista, Bibiana Chierchia, Alessandra Salvatore e Giose Trivisonno, sottoscritta anche dai capigruppo dei Popolari per l’Italia e di Forza Italia, Salvatore Colagiovanni e Mimmo Esposito.

“Oltre al voto ovviamente favorevole su questa mozione – le parole del sindaco Antonio Gravina – come Amministrazione comunale possiamo assicurare, per quelle che sono le nostre possibilità e competenze, un impegno certo. Purtroppo, si tratta degli effetti di un decreto, del 2017, di riorganizzazione delle strutture della Polizia e di una scelta poco intelligente che priva Campobasso di un presidio importante

“La stazione di Campobasso – ha aggiunto il primo cittadino – ha sempre meno viaggiatori ed è anche vero che la politica, prima di arroccarsi a difendere quello che ha, deve però impegnarsi a riportare le persone nella nostra regione, in questo senso un po’ di autocritica ci toccherebbe farla. Come istituzioni locali – ha concluso – siamo tenuti a tentare l’impossibile, mettendo in atto tutte le azioni indispensabili per divenire, come territorio, nuovamente attrattivi per interessi importanti che facciano tornare le persone a vivere nella nostra regione e nella nostra città.”

Ad esprimere soddisfazione per il voto unanime del Consiglio comunale gli esponenti del Pd. “Non abbiamo problemi o timori a contestare scelte del governo dannose per la nostra realtà”, hanno evidenziato Battista, Chierchia, Salvatore e Trivisonno.

“Ancora un triste storia dal Comune di Campobasso – hanno poi affermato i dem – l’assessore Cretella appare inadeguato alla gestione politica della responsabilità di governo. Anche il sindaco Gravina, infatti, sembra non aver gradito l’impostazione del suo assessore sulla nostra mozione App Junker. Di cosa si tratta? Un’App che, attraverso utilizzo del codici a barre, con precisione aiuta i cittadini nella raccolta differenziata, indicando dove conferire il materiale. Nel 2019 si è diffusa in modo esponenziale in tantissimi comuni in Italia. Il Comune di Campobasso non ha ancora aderito alla App e con la nostra mozione avremmo voluto stimolare una discussione e una decisione in tal senso”.

“Con responsabilità – hanno affermato ancora i consiglieri di centrosinistra – abbiamo deciso di innescare una costruttiva ed approfondita analisi in commissione. Ma Cretella ha preferito polemizzare e chiedere alla sua maggioranza la bocciatura. Probabilmente Campobasso aderirà con ritardo alla App Junker o qualcosa di similare, ma ancora una volta il rissoso assessore ha perso un’occasione per creare un clima collaborativo in Consiglio”.

La mozione è stata bocciata e l’assessore all’ambiente Simone Cretella, al termine della discussione l’ha definita tardiva. “La corrente Amministrazione, per il tramite della Sea – ha spiegato Cretella ha infatti già avviato tutte le procedure per un piano di comunicazione, da svolgersi con il contributo del Conai, all’interno del quale c’è proprio l’acquisto e l’adozione dell’App junker. La mozione è stata bocciata per un solo motivo: perché perfettamente inutile”.

“Detto ciò – ha poi aggiunto Cretella – spiace notare come il capogruppo Dem abbia avuto bisogno, per dare un senso a quanto non fatto nel precedente mandato amministrativo non solo sull’adozione di una app per la raccolta differenziata, pur avendo 5 anni di tempo e soldi a disposizione, buttarla su considerazioni tutte personali,frutto di ricostruzioni di chi sa quali vicende a suo dire avvenute in aula. Considerazioni e interpretazioni che ben poco di politico raccontano e tanto sanno di polemica sterile, svuotando di senso quel dibattito propositivo e costruttivo spesso da lui stesso invocato in aula consiliare.”

 Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

‘L’Ucraina e la Russia. L’arte per la pace’: la mostra che...

Sarà inaugurata venerdì 9 dicembre a Campomarino, a Palazzo Norante CAMPOMARINO. ‘L'Ucraina e la Russia. L'arte per la pace", è questo il titolo della mostra...