Coronavirus, manca l’ossigeno anche per le imprese. D’Orazio: stop tributi, bollette e rate varie

Forte appello alla politica da parte del vicepresidente vicario di Confartigianato nonché presidente della categoria Moda


ISERNIA. Sospendere imposte, Iva compresa, mutui di privati e famiglie, contributi, concedendo così aiuti straordinari per le attività commerciali e artigianali costrette allo stop forzato a causa dell’emergenza coronavirus. La proposta porta la firma del vicepresidente vicario di Confartigianato nonché presidente della categoria Moda Romolo D’Orazio, che in questi giorni segue con particolare attenzione l’evolversi del quadro, non solo a livello sanitario, ma soprattutto dal punto di vista economico e imprenditoriale.

“Data la circostanza – spiega D’Orazio – ritengo che ci vogliano misure shock per ridare fiato a un’economia rimasta paralizzata da un’epidemia di portata impensabile, fino a poche settimane fa. Tributi, bollette e stipendi da pagare ci sono su tutto il territorio nazionale e in goni settore: manifatturiero, commercio, servizi, industria, artigianato. Di qui, dunque, il pubblico appello che intendo lanciare a tutta la classe politica perché venga estesa a livello generale la cassa integrazione e si blocchino tutti i pagamenti che altrimenti rischiano di gettare sul lastrico piccole e medie imprese e famiglie. Naturalmente, sarà anche necessaria una moratoria, intesa come sospensione o allungamento, dei finanziamenti ricevuti dalle banche. Auspico – conclude D’Orazio – che tutto questo arrivi e subito: il rischio è troppo grosso, nessuno di noi può permettersi di correrlo senza un paracadute sociale concreto ed efficiente”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica