HomeNotizieCRONACAIsernia, contagio per un medico del Pronto Soccorso: "Sto bene, solidarietà ai...

Isernia, contagio per un medico del Pronto Soccorso: “Sto bene, solidarietà ai colleghi in trincea”

Da domani dovranno essere fatti 30 tamponi per coronavirus su colleghi e operatori che hanno avuto contatti con il professionista, asintomatico. Il contagio potrebbe essere riconducibile a una visita alla madre, risultata positiva martedì scorso e ospite di una struttura per anziani di fuori regione. Contattato da isNews, ha voluto dedicare un pensiero agli altri professionisti del reparto, in prima linea a fronteggiare l’emergenza. Il Pronto Soccorso, già sanificato, rimane in funzione regolarmente. Il primario Pastore: tutti noi abbiamo usato le protezioni individuali come da protocollo, confidiamo non ci siano altri casi


 di Pasquale Bartolomeo

ISERNIA. È un medico del Pronto Soccorso di Isernia l’ultimo caso di Covid-19 in Molise, il 160esimo. Il professionista, che avrebbe dovuto fare il turno di notte, ha saputo di aver contratto il coronavirus nella tarda serata e, d’intesa con il primario Lucio Pastore, è tornato a casa, dove dovrà rimanere in quarantena.

Attualmente asintomatico, potrebbe essere stato infettato a seguito di una visita all’anziana madre, fatta venerdì scorso in una clinica di fuori regione. La donna, asintomatica a sua volta ma ricoverata in una struttura con altri casi positivi, è stata sottoposta a tampone ieri ed è risultata contagiata. Di qui la necessità di fare il test anche per il medico in forza al Pronto Soccorso di Isernia, il cui esito purtroppo è stato quello che nessuno si augurava. 

Contattato telefonicamente da isNews, ha confermato di non presentare sintomi. “Sto bene. Ho visto mia madre per mezz’ora, non di più, qualche giorno fa quando ancora non le veniva fatto il tampone. Voglio dare la mia solidarietà ai colleghi del Pronto Soccorso di Isernia, che continueranno a stare in trincea con una persona in meno a dare loro supporto, cosa che mi dispiace molto. Spero per ovvie ragioni, in ogni caso, di non aver contratto il virus in ospedale”.

Il camice bianco non rientrava tra i 16 operatori che, nei giorni scorsi, erano stati sottoposti allo screening faringeo dopo il passaggio in Pronto Soccorso, il 18 marzo, di un’anziana di 82anni di Monteroduni, risultata successivamente infetta. Tra lui e la donna non c’erano stati contatti considerati a rischio, visto che il professionista aveva preso servizio nel turno successivo, quando l’anziana era già stata trasportata al Cardarelli di Campobasso e il reparto sanificato.

Come riferisce il primario Pastore, dopo aver appurato il caso di positività del collega, si è provveduto a una nuova sanificazione, la terza ormai dal 18 marzo. Solo ieri, infatti, era transitato a Isernia un 66enne di Venafro risultato infetto, comportando così una seconda bonifica dei locali. Ora, dopo il riscontro di infezione per uno dei medici in servizio, si è di nuovo prontamente intervenuti, con il reparto momentaneamente spostato presso la zona Covid dedicata, sanificata per prima poco fa, in attesa che venga completata l’opera di pulizia speciale.

Il Pronto Soccorso, dunque, nonostante il disagio e l’inevitabile tensione, continua a funzionare senza interruzioni. Fatto è che da domani, giovedì 2 aprile, si dovrà procedere di nuovo a fare tamponi sul personale entrato in contatto diretto o indiretto col medico: sempre Pastore riferisce di ben 30 test da fare, che terranno tutti col fiato sospeso, inevitabilmente. Il primario, in ogni caso, non perde le speranze: “Come è giusto che sia, stiamo lavorando muniti dei dispositivi di protezione individuale facendo massima attenzione a tutti i dettami del protocollo sanitario da seguire. Confidiamo di non avere altri contagi tra di noi“.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Rap to dream, evento finale del progetto di inclusione promosso dal...

L’iniziativa a Isernia presso l’auditorium del Fermi-Mattei ISERNIA. Di scena sabato 25 marzo, presso l’auditorium dell’Itis Fermi-Mattei di Isernia, l’evento conclusivo del progetto di integrazione...