HomeNotizieCRONACASi sente male e non riesce a chiamare il medico: 91enne soccorso...

Si sente male e non riesce a chiamare il medico: 91enne soccorso dai Carabinieri

L’anziano di Frosolone è stato aiutato dai militari impegnati costantemente impegnati sul territorio per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto


FROSOLONE. Garantire il rispetto delle regole, certo. Ma in questa fase di emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus i carabinieri sono impegnati quotidianamente per aiutare le persone più fragili perché anziane, sole e malate.

{loadmodule mod_banners,Banner in article google}

Ieri è giunta una chiamata al 112. Al telefono c’era un anziano di Frosolone, 91enne e vedovo, che ha chiesto aiuto perché non stava bene e non riusciva a contattare il suo medico. I militari di pattuglia hanno raggiunto la sua abitazione e hanno accertato che l’anziano, affetto da diverse patologie, avvertiva un forte dolore a una gamba. Subito i militari hanno raggiunto lo studio del dottore per spiegargli l’accaduto. Nel frattempo hanno aiutato il 91enne a preparare il pranzo e hanno aspettato insieme a lui l’arrivo del medico.

Qualche ora più tardi i carabinieri di Frosolone hanno incrociato lungo la strada provinciale che conduce alla frazione di Colle Carrise, un’anziana donna 83enne, che stava tornando a casa con buste pesanti della spesa ed era piuttosto affaticata. I militari non sono certo rimasti insensibili e hanno accompagnato la pensionata a casa. Semplici gesti, molto graditi alla collettività, confermano ancora una volta come i Carabinieri sanno essere fermi, ma prima di tutto sono uomini che aiutano gli altri.

Intanto in tutta la provincia continuano incessanti i servizi delle pattuglie ed i posti di controllo dei Carabinieri per verificare la legittima presenza delle persone fuori delle proprie abitazioni. Elevato è il senso di responsabilità dei cittadini che tendenzialmente rispettano il divieto di uscire dalle case, salvi i casi di comprovata necessità. Talvolta si rende necessario intervenire contestando le relative violazioni. L’aiuto richiesto ai Carabinieri, in questo difficile momento, non è rappresentato dalla classica richiesta di intervento a seguito di un reato o di un pericolo che si avverte, ma piuttosto è una richiesta per poter far fronte a quelle azioni quotidiane, che si svolgevano in prima persona, e che ora sono diventate così incredibilmente difficili. In questo periodo di emergenza le pattuglie dell’Arma, così come già avvenuto nelle settimane scorse, continuano ad esprimere la propria vicinanza alle persone bisognose che vivono da sole ed in condizioni precarie di salute o di indigenza economica.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...