HomeSenza categoriaPiani sviluppo rurale, contributi a zootecnia e biologico fermi. Primiani (M5s): operatori...

Piani sviluppo rurale, contributi a zootecnia e biologico fermi. Primiani (M5s): operatori abbandonati

In merito ai ritardi nel pagamento dei contributi. Interrogazione a Toma e Cavaliere


CAMPOBASSO. Ritardo nel pagamento dei sostegni alla zootecnia e al biologico. E’ quello che sostiene il consigliere regionale del M5s Angelo Primiani, che ha presentato un’interrogazione indirizzata al governatore Donato Toma e all’assessore alle Politiche agricole Nicola Cavaliere.

“Anche in periodo d’emergenza – le parole del pentastellato – l’agricoltura è rimasta esclusa da qualsiasi forma di sostegno economico, nonostante in Molise rappresenti il settore primario dell’economia. In particolare, per zootecnica e biologico la crisi si è sommata a problemi ormai strutturali come la riduzione unilaterale del prezzo del latte, la carenza dell’assistenza tecnica agli allevamenti, i vincoli e i ritardi burocratici, la scarsa valorizzazione delle produzioni. Una situazione che ha spinto Coldiretti a parlare addirittura di vertenza zootecnica in Molise. La Regione, intanto, non sembra essere cosciente di questo quadro, visto che molti pagamenti legati al Psr 2014-2020 sono fermi”.

In particolare le domande presentate per l’anno 2019 riguardanti la misura 13, quella per le ‘Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici’, in molti casi non risultano ancora pagate. In particolare, tanti piccoli imprenditori ci hanno segnalato pagamenti mai effettuati alle imprese zootecniche. E anche le procedure istruttorie relative alla misura 4.1, destinata alle imprese zootecniche dei comparti bovino ed ovicaprino, hanno subito un rallentamento dato che la Regione ha dovuto prorogare i termini entro cui presentare le istanze”.

“Parliamo di contributi fondamentali – ha spiegato ancora Primiani – per sostenere gli investimenti e la redditività di attività agricole svolte in aree particolarmente svantaggiate, fondi indispensabili per contrastare la forte contrazione della domanda, anche in settori che non hanno mai interrotto la produzione, come quello alimentare. Vogliamo sapere quante aziende in aree sottoposte a vincolo sono state pagate e quante ancora attendono i contributi, tra imprese agricole in senso stretto e imprese zootecniche”.

“Solo qualche settimana fa, l’assessore Cavaliere ha annunciato festante l’apertura di bandi relativi ad alcune misure per il 2020, ma ancora oggi non ha saldato il conto del 2019, togliendo a tante aziende risorse fondamentali in periodo di emergenza. Zootecnia e biologico – ha concluso Primiani – sono colonne portanti dell’economia molisana, rappresentano una fonte di reddito insostituibile nelle aree interne e sono importanti presìdi ambientali, per migliaia di aziende che attendono risposte e soprattutto risorse dalla Regione”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Più letti

Venafro, tutto pronto per la settima edizione di ‘Femminile Plurale’

Appuntamento giovedì 7 marzo presso la Palazzina Liberty VENAFRO. Venus Verticordia ha il piacere e l'onore di presentare la settima edizione di Femminile Plurale, la...
spot_img
spot_img
spot_img