HomeSenza categoriaI ragazzi affetti da autismo scoprono il ‘Pollice verde’: all’opera nelle piazze...

I ragazzi affetti da autismo scoprono il ‘Pollice verde’: all’opera nelle piazze cittadine

Oggi la presentazione del protocollo d’intesa tra il Comune di Campobasso e la cooperativa sociale ‘Ricerca e progetto’. L’attività a villa Musenga, villa de Capoa e piazza Municipio


CAMPOBASSO. Si occuperanno di innaffiare gli alberi da poco impiantati in villa Musenga e villa de Capoa e le fioriere di piazza Municipio, per preservare piante e fiori dal caldo e dalla siccità estiva.

Un’iniziativa di reciproca utilità, per l’Amministrazione comunale di Campobasso e per i ragazzi e i giovani adulti con autismo e disturbi del comportamento, impegnati nel laboratorio ‘Pollice verde’, come è stato detto nella conferenza stampa indetta per la firma del protocollo d’intesa, stilato tra l’assessorato all’Ambiente del Comune di Campobasso e la cooperativa sociale ‘Ricerca e Progetto’. Il Comune metterà a disposizione il materiale necessario, la cooperativa si occuperà di garantire tutor e accompagnatori.

“Un modo per promuovere la cultura della diversità, la socializzazione e l’integrazione di questi ragazzi, consentendo loro di vivere la città e prendersene cura – ha detto il sindaco Roberto Gravina – Ma è anche un modo per dare un segnale di attenzione alle loro famiglie, che li seguono con dedizione, facendo anche i conti con la carenza di strutture specializzate”.

innaffiatoi“Le nuove essenze durante l’estate hanno bisogno di acqua e l’intervento che verrà effettuato con gli innaffiatoi è fondamentale per preservarle – ha rimarcato l’assessore all’Ambiente Simone Cretella – Si tratta di un progetto non certo faraonico, ma di reciproca utilità. Allo stesso tempo vogliamo creare nuovi canali di inclusione sociale per le persone con diagnosi di autismo, attraverso un percorso di aggregazione emotiva e sociale, che comprenda l’acquisizione di competenze adeguate”.

“E’ un modo anche per sensibilizzare la nostra comunità cittadina sulla realtà che vivono ogni giorno le famiglie dei ragazzi che hanno un disturbo dello spettro autistico. L’impegno di questi ragazzi in un’attività esterna – ha concluso l’assessore – ha un forte impatto sulla loro qualità della vita e può contribuire alla valorizzazione del principio di bene comune”.

Un progetto che segna l’inizio di una collaborazione, ha rimarcato la presidente della cooperativa ‘Ricerca e progetto’ Giovanna Di Soccio. “Si tratta – ha evidenziato – di un momento di socializzazione, che serve anche a verificare le abilità che i ragazzi acquisiscono con le attività svolte nel centro, che a causa dell’emergenza Coronavirus stiamo cercando di limitare”.

ragazziPresentato il progetto i ragazzi si sono messi subito all’opera, iniziando ad innaffiare gli alberi. Davanti agli occhi soddisfatti dei genitori e degli amministratori.

“Con questo protocollo – ha concluso la presidente della Commissione Ambiente, Evelina D’Alessandro – si intende anche promuovere una forma d’impegno concreto da parte della cittadinanza per la tutela, insieme all’amministrazione, del verde pubblico, inteso come importante risorsa naturale, nonché come parte integrante del patrimonio storico, ambientale e paesaggistico della città”.

C.S.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Più letti

Turismo da rilanciare: il Molise protagonista della ITB di Berlino

Dal 1966 la fiera rappresenta storicamente uno degli eventi più importanti per la promozione e la valorizzazione dei territori CAMPOBASSO. Turismo da rilanciare: il Molise...
spot_img
spot_img
spot_img