HomeNotizieSPORTChampions League: chi vincerà la finale di Lisbona?

Champions League: chi vincerà la finale di Lisbona?

Dopo la larga vittoria contro il Barcellona di Messi, che è uscito da terreno di gioco umiliato, il Bayern Monaco di Hans-Dieter Flick si attesta come una delle squadre maggiormente quotate per vincere questa edizione di Champions League. Una ad una le big super favorite come Juventus, Barcellona e lo stesso Real Madrid sono state eliminate, confermando anche in questa insolita e anomala stagione calcistica che c’è stato un rinnovamento in campo europeo, come già visto durante la scorsa stagione.

Per la seconda edizione consecutiva ci saranno due outsider in semifinale. Questo rinnovamento ha visto squadre come Lione, RB Lipsia, la stessa Atalanta di Gasperini, giocare alla pari e affrontare squadre che in termini di prestigio, di blasone e per il palmares, vengono date d’ufficio come favorite. È il caso di Real Madrid e Barcellona, ma anche della stessa Juventus che già per il secondo anno consecutivo, nonostante la presenza di Cristiano Ronaldo, ha fallito il progetto Champions League. Era già evidente dopo l’eliminazione precoce delle semifinaliste della passata stagione che qualcosa di differente si sarebbe visto durante questa edizione, dove Lione e RB Lipsia hanno affiancato il PSG, il Bayern Monaco e il City. Un po’ come è avvenuto lo scorso anno dove Ajax e Tottenham arrivarono rispettivamente in semifinale e in finale, quest’anno le illustri defezioni del Liverpool, e delle stesse protagoniste delle passate semifinali, denotano come questa competizione sia prestigiosa e importante, ma anche come sia difficile prevederne l’esito delle scommesse sul calcio. In questa edizione non parteciperanno alle semifinali big del calibro di Juventus, Real Madrid, Barcellona, Liverpool e Manchester City, e non è un punto di vista di parte, quello che vede Juve e Real abbandonare la competizione prima di arrivare ai quarti, ma una sostanziale differenza che di edizione in edizione vede alternarsi i club più prestigiosi d’Europa.

Ciò che conta è arrivare tra le prime 16 squadre d’Europa: l’importanza di partecipare al torneo

La debacle del Napoli di Gattuso in effetti pone l’accento su una questione: l’importante è arrivare tra le prime 16 squadre d’Europa, cosa che non è riuscita a squadre come l’Inter, il Benfica o l’Ajax. Senza contare altri club come ad esempio il Chelsea, che lo scorso anno aveva comunque vinto l’Europa League con Maurizio Sarri in panchina e una squadra dove brillava il talento di Eden Hazard. Con il quadro completo che vede RB Lipsia e PSG con Lione e Bayern Monaco, è evidente notare come non ci sia stata alcuna continuità con il dominio della passata stagione delle formazioni di Premier League: l’anno scorso arrivano in finale due squadre inglesi, senza contare la vittoria in Europa League del Chelsea, mentre quest’anno ci sarà il derby franco-tedesco, con ben due squadre che non erano certo date come favorite all’inizio di questa competizione. Il Lione in effetti ricorda da vicino il percorso della passata stagione del giovane Ajax, avendo eliminato prima la Juventus agli ottavi in doppio turno e successivamente in gara secca il Manchester City di Pep Guardiola, il cui bilancio di stagione appare tutt’altro che roseo, avendo perso il primato in Premier contro uno straripante Liverpool. Non resta quindi che vedere chi avrà la meglio, anche se sulla carta la finale auspicabile è quella tra PSG e Bayern Monaco, ma bisogna fare attenzione alle due outsider RB Lipsia e a questo arrembante Lione.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Più letti

Venafro, tutto pronto per la settima edizione di ‘Femminile Plurale’

Appuntamento giovedì 7 marzo presso la Palazzina Liberty VENAFRO. Venus Verticordia ha il piacere e l'onore di presentare la settima edizione di Femminile Plurale, la...
spot_img
spot_img
spot_img