HomeSenza categoriaStop al superticket ma in Molise si paga ancora: colpa del software...

Stop al superticket ma in Molise si paga ancora: colpa del software obsoleto

Disservizi stamane per i cittadini, dopo l’entrata in vigore della nuova misura. L’Asrem corre ai ripari per non vessare gli utenti ma il Movimento Cinque Stelle non perdona: “Assurdo che no si riesca a recepire una legge dello Stato con otto mesi di tempo”. Sulla stessa scia il commento del Pd: “Figuraccia nazionale e gestione maldestra della sanità”


CAMPOBASSO. In vigore da oggi la norma dello Stato che abolisce il superticket sanitario. Ma i cittadini molisani recatisi al Cup stamane hanno riscontrato disservizi. La tassa era ancora prevista dal sistema informatico della Regione, dunque applicata.
Un problema subito denunciato dal consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Angelo Primiani e per il quale l’Asrem ha adottato un provvedimento tampone. Ma il pentastellato affonda evidenziando il mancato tempismo da parte dell’azienda sanitaria.

“Lo scorso 23 dicembre – afferma il portavoce – è stata approvata la norma che da oggi, 1 settembre, cancella il superticket sanitario. Alcune regioni, nei mesi scorsi già avevano provveduto a cancellare la tassa, ma il Molise no. E oggi, oltre al danno la beffa. Nonostante il Governo abbia abolito il superticket su tutto il territorio nazionale, in Molise gli utenti sono stati ancora costretti a pagarlo. Ho verificato personalmente questa assurdità stamattina, – racconta Primiani – facendo un sopralluogo al Centro unico di prenotazione dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Come mi hanno confermato gli operatori, al momento di inserire la richiesta della prestazione sanitaria, il sistema informatico in dotazione del Cup calcola in automatico il superticket imponendo ai molisani un pagamento non dovuto, a causa di un software obsoleto che non è stato aggiornato in base alle nuove direttive”.

“La responsabilità di tutto ciò – incalza il consigliere regionale – è in primo luogo da imputare a Molise Dati, che gestisce il software, e poi alla Direzione Generale dell’Asrem che doveva monitorare la corretta applicazione delle disposizioni. A tal proposito ho chiesto spiegazioni al Direttore generale Oreste Florenzano, che ha spiegato di aver ricevuto segnalazione del disservizio solo in mattinata. Il tutto, nonostante la legge di abolizione sia stata approvata otto mesi fa e nonostante un Decreto del Commissario ad acta che il 30 luglio scorso annunciava i contenuti della legge e dettava disposizioni in merito.
Solo dopo il nostro sopralluogo l’Asrem ha dato disposizioni ai dipendenti del Cup di scorporare manualmente i dieci euro di superticket evitando ai molisani di pagare una tassa inesistente. Nonostante la misura-tampone, resta l’assurdità di un’Azienda sanitaria regionale che non riesce a recepire una legge dello Stato con otto mesi di tempo”.

“A questo aggiungo – conclude Primiani – che il 13 luglio scorso ho inviato una richiesta di chiarimento ad Asrem sulla mancata esenzione dal pagamento del ticket sanitario di alcune categorie. Secondo alcune segnalazioni sarebbero saltate le esenzioni per patologia, quelle per invalidità e le esenzioni per i cosiddetti codici E06, quelle pensate per i minorenni componenti di nuclei familiari con reddito non superiore a 30.000 euro. Chiarimento sollecitato anche il 24 agosto scorso, non avendo avuto risposta. È ora che l’Asrem chiarisca se in Molise ci sono categorie di utenti che pagano ciò che non devono pagare. Intanto noi continuiamo a lavorare: la sanità è un diritto universale, tale deve rimanere e noi continueremo a batterci affinché nessuno venga lasciato indietro”.

fanelli foto ottima 1Dello stesso tenore il commento della consigliera dem Micaela Fanelli. “Se tutto questo fosse confermato, – dichiara – ancora una volta, dunque, ci troveremmo di fronte non solo ad una figuraccia nazionale, ma anche e soprattutto dinanzi ad una gestione sanitaria quanto meno maldestra, che mette in luce anche tutti i limiti di comunicazione interni tra enti regionali, Asrem e Molise Dati, ‘caduti dal pero’ come se nessuno li avesse avvisati dell’importante cambiamento sulle prenotazioni sanitarie in vigore su tutto il territorio italiano dal 1° settembre.

Un triste gioco al rimpallo delle responsabilità, che ancora una volta comprova l’improvvisazione con la quale Toma, la sua Giunta e la direzione dell’Asrem stanno gestendo la sanità regionale e l’emergenza Covid e che come sempre scarica tutti i suoi effetti deleteri sui cittadini.

Già nello scorso mese di luglio, con una specifica mozione, avevamo sollecitato il Presidente a chiedere al Governo la possibilità di esentare i pazienti guariti dal Covid dal pagamento dei tanti esami necessari nel decorso dell’infezione. Oggi, con legge nazionale, in tutta Italia non si pagherà più il superticket, tranne in Molise dove, se la notizia fosse confermata, all’ignavia della Regione, si sommerebbe l’obsolescenza di un programma informatico nel depennare una voce di spesa che, evidentemente, nessuno in questi ultimi giorni si è preso la briga di verificare e di modificare in tempo per l’entrata in vigore delle nuove disposizioni nazionali.

Nell’attesa di comprendere fino in fondo come siano andati i fatti, – conclude Fanelli – già da ora annuncio che, se il problema del pagamento del superticket non sarà superato in giornata, con il rimborso immediato e totale di quanto, eventualmente ed impropriamente, pagato dagli utenti, chiederò conto al Presidente Toma nel corso del Consiglio regionale della settimana prossima, riservandomi tutte le altre e necessarie azioni istituzionali.

E se questo è il livello di professionalità e capacità gestionale con la quale si vuole affrontare il possibile ritorno della pandemia, mala tempora currunt per il Molise ed i molisani”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Foto Today.it

Isernia, l’auditorium si tinge di rosa: in concerto Fiorella Mannoia, Noemi...

Accompagnate dalla soprano Vittoriana de Amicis, proporranno uno spettacolo che racconta la magia della donna. Ecco quando inizia la prevendita ISERNIA. Fiorella Mannoia, Noemi e...