HomeSenza categoriaCoronavirus, la Cgil torna a sollecitare Toma: "Subito un Centro Covid in...

Coronavirus, la Cgil torna a sollecitare Toma: “Subito un Centro Covid in Molise”

Il sindacato torna a sollecitare la Regione. Tra i punti non più rinviabili l’attivazione di un ospedale regionale per pazienti affetti da coronavirus


CAMPOBASSO. Il recente studio commissionato dall’Anci e diffuso negli ultimi giorni dal Cerved evidenzia che anche nella fase pandemica ci sono stati settori più colpiti e che l’impatto economico dei diversi settori ha determinato, ancora una volta, profonde differenze territoriali. Infatti ci sono alcuni centri che hanno retto meglio all’urto della nuova crisi potendo contare su comparti economici che non hanno sofferto pesantemente gli effetti della pandemia: è il caso di territori che ruotano, ad esempio, intorno a centri come Latina, Imperia e Parma nei quali la presenza strutturata di produzioni tipo quelle farmaceutiche e agroalimentari hanno determinato impatti poco influenti su chiusure e restrizioni imposte da esigenze sanitarie e di sicurezza. Tra le città che potrebbero soffrire di più l’impatto della crisi figurano invece Potenza, Chieti e Campobasso.

Città che secondo il segretario regionale della Cgil Paolo De Socio, “sono state letteralmente devastate da questa ennesima crisi e che nella migliore delle ipotesi avranno una ripresa molto più lenta rispetto alle altre sicuramente per fattori endogeni ma anche per mancanze ataviche di visione strategica rispetto alle politiche complessive di sviluppo. Le conseguenze immediate di queste constatazioni porteranno, per alcune città e territori, a un aggravamento del fattore occupazionale e ad una deriva irreversibile dell’elemento demografico riferito allo spopolamento e all’invecchiamento dei residenti.

Le “distrazioni locali”  – così le definisce De Socio – sono state e sono ancora tante”. E così il sindacato torna a sollecitare la Regione a formare una cabina di regia che programmi in maniera condivisa le scelte di destinazione dei fondi ordinari e straordinari a breve, medio e lungo termine, che dia una linea chiara sulle prospettive di strumenti tipo Zone Economiche e Speciali e Area di Crisi Industriale Complessa; a formare un’unità di crisi che contribuisca a determinare anche le decisioni da prendere in caso di emergenze stringenti come quella che stiamo vivendo; ad attivare un lavoro condiviso per le politiche sanitarie e della non autosufficienza, per l’immediata definizione di un centro Covid e per la strutturazione di un sistema sanitario pubblico che guardi anche al potenziamento della medicina territoriale; ad attivare un tavolo straordinario per le politiche del lavoro, della formazione e del rilancio produttivo che guardi anche ai settori martoriati come quelli del commercio e del turismo che hanno subito danni gravissimi e in alcuni casi irreversibili; ad attivare una interlocuzione costante per definire le politiche dei trasporti e della conoscenza; a favorire una partecipazione attiva e competente del partenariato sociale, di tutta la comunità molisana compresa quella accademica per la definizione di politiche industriali, turistiche e di sviluppo che guardino anche alla sostenibilità ambientale che nel nostro Molise potrebbero essere elemento dirimente e potrebbero trovare condizioni di miglior favore.

“Non è il tempo – denuncia il segretario Cgil – delle beghe politiche di basso rango e dei personalismi che troppo spesso hanno caratterizzato questa maggioranza regionale. Non è il tempo di marcare le differenze e di cavalcare le onde mediatiche in cerca di consensi. Quel tempo lo vivremo nelle prossime consultazioni elettorali dove i cittadini saranno democraticamente chiamati a scegliere i loro rappresentanti di governo e istituzionali. E’ questo, ancora una volta – conclude CDe Socio – il tempo della responsabilità condivisa”.

 

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cala il sipario sulla ‘Settimana dell’Enogastronomia molisana’: al Circolo Sannitico ‘La...

L'amministrazione comunale di Campobasso: "Un mix di eccellenze reso possibile grazie alle numerose collaborazioni" CAMPOBASSO. L’incontro dal titolo ‘La filiera della birra’, a cura di...