HomeSenza categoriaMedicina territoriale alternativa ai ricoveri, confronto tra Comune e associazione ‘La Fonte’

Medicina territoriale alternativa ai ricoveri, confronto tra Comune e associazione ‘La Fonte’

Obiettivo fornire un nuovo servizio alla collettività, come hanno chiarito il sindaco Gravina e l’assessore alle Politiche sociali Praitano


CAMPOBASSO. Medicina territoriale, confronto tra Amministrazione comunale di Campobasso, rappresentata dal sindaco Roberto Gravina e dall’assessore, Luca Praitano, con l’associazione ‘La Fonte’. Presente all’incontro, avvenuto in maniera telematica, anche la consigliera regionale del M5s, Patrizia Manzo.

“Le direttrici che traccia l’analisi progettuale sviluppata dal gruppo dei componenti dell’Associazione La Fonte – ha dichiarato il sindaco Gravina – hanno il merito di ricondurre l’attenzione di amministratori, istituzioni e opinione pubblica locale sul tema della medicina territoriale. Una riflessione accurata su questo argomento va condotta, all’interno e all’esterno delle istituzioni, con il preciso intento di fornire un servizio alla collettività, alimentando un dibattito costruttivo in grado di giungere ad una sintesi il più possibile condivisa di un modello operativo, in ambito sanitario, che non si limiti a discutere di ospedalizzazione, ma ponga in risalto le potenzialità insite in una riorganizzazione e in un potenziamento della medicina territoriale.”

“Spesso si sente parlare di ‘medicina del territorio’ e di ‘integrazione socio-sanitaria’, ma cosa sono realmente e quali benefici possano portare al nostro sistema sanitario queste azioni di programmazione non è forse chiaro a tutti – ha dichiarato l’assessore Praitano – Invece, mai come ora, è importante discuterne e tentare di massimizzare la diffusione di questi aspetti nell’opinione pubblica, perché si cominci a leggere il bugiardino che spiega l’uso corretto della sanità. L’Associazione La Fonte ha portato all’attenzione nostra e di altri soggetti istituzionali un focus che, partendo da quelle che sono delle importanti consonanze iniziali, ha questo obiettivo. Da parte nostra – ha concluso Praitano – c’è la volontà di intraprendere un percorso che porti la rappresentanza del Comune di Campobasso a rendersi parte attiva, speriamo, di un cambiamento di approccio nella programmazione sanitaria.”

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti