HomeSenza categoriaLa rivolta dei sindaci contro l'ordinanza Toma: le scuole primarie restano aperte

La rivolta dei sindaci contro l’ordinanza Toma: le scuole primarie restano aperte

Il sindaco di Campobasso Roberto Gravina si unisce agli altri amministratori locali che oggi, in controtendenza con quanto prevede l’ordinanza firmata dal governatore, hanno annunciato la volontà di lasciare le scuole primarie aperte alla didattica in presenza fino al 23 dicembre


CAMPOBASSO. Dopo l’ultima ordinanza, la n. 51, emessa del presidente della Regione Toma quest’oggi, per altro non condivisa preventivamente con i sindaci, Roberto Gravina, ha annunciato che verrà pubblicata, nelle prossime ore, un’ordinanza sindacale che ratificherà ufficialmente la prosecuzione delle attività in presenza per le scuole primarie di primo grado di Campobasso.

“Inoltre, – ha precisato il sindaco – visto il riferimento esplicito fatto nell’ordinanza del presidente all’incremento dell’indice di contagio in regione, come certificato dal report n. 29 del Ministero della Salute aggiornato al 2 dicembre scorso, chiederò anche al Dipartimento di Prevenzione di Asrem: un focus sulla situazione epidemiologica generale nella città di Campobasso alla data di oggi e riferita al periodo temporale intercorrente dal 29 novembre al 6 dicembre 2020; un report giornaliero della situazione epidemiologica cittadina e su quella riguardante la popolazione studentesca delle sole scuole dell’infanzia e delle primarie, tenendo conto del fatto che purtroppo Campobasso non è presente al tavolo dell’unità di crisi.”

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Castello di Gambatesa

Luoghi di cultura, nuovi orari di apertura del Museo Sannitico e...

Lo comunica la Direzione Regionale CAMPOBASSO. Con l’entrata in servizio di nuovi operatori alla fruizione e vigilanza reclutati tramite i Centri per l’impiego su concorso...