HomeSenza categoriaRegione, passa il rendiconto. L’opposizione attacca Toma: disavanzo peggiorato

Regione, passa il rendiconto. L’opposizione attacca Toma: disavanzo peggiorato

Oggi la seduta per l’approvazione dei documenti di programmazione e le variazioni adottate dalla Giunta, in considerazione della pandemia da Covid-19. Astenuto l’ex governatore Iorio, che ha parlato di scelta politica


CAMPOBASSO. I bilanci della pandemia al voto nell’ultima seduta dell’anno. Consiglio regionale oggi in riunione per approvare il rendiconto generale e consolidato della Regione per l’esercizio finanziario 2019, il bilancio consolidato, la variazione di bilancio adottata dalla Giunta, in considerazione degli interventi riprogrammati per la pandemia da Covid-19, l’assestamento del bilancio di previsione 2020-22, con le modifiche alle leggi regionali.

Subito il voto sul rendiconto, illustrato dal relatore Andrea Di Lucente, approvato con 12 voti favorevoli, quelli dei consiglieri di maggioranza, con 8 contrari, l’opposizione Pd e Cinque stelle al completo, e con l’astensione dell’ex governatore Michele Iorio, che ha parlato di scelta politica, “superabile con un cambiamento di atteggiamento di questa amministrazione”.

Durissimo il giudizio dei consiglieri di opposizione, con la dem Micaela Fanelli che ha ‘bocciato’ l’azione dell’amministrazione Toma. Il capogruppo del M5s Andrea Greco ha parlato di situazione drammatica per la Regione e ha puntato il dito sull’aumento del disavanzo di bilancio oggi a 533 milioni di euro, contestando anche il ritardo con cui il rendiconto arriva al voto, “cosa che se fosse avvenuta in un comune avrebbe comportato il commissariamento”.

“Ci aspettavamo un approccio di discontinuità rispetto al passato che non c’è stato – ha affermato il pentastellato Angelo Primiani – siamo consapevoli che quello che abbiamo vissuto è stato un anno terribile, ma la situazione attuale può anche rappresentare l’occasione di cambiare pagina, grazie alle risorse straordinarie del Recovery fund, per invertire la rotta e trovare nuovo slancio per affrontare le sfide del futuro”.

Attacchi ai quali ha risposto lo stesso Toma. “Greco parla del peggioramento del disavanzo ha ragione – le parole del governatore – ma se questo è avvenuto è perché questa amministrazione ha avuto coraggio di rivedere, insieme alla Corte dei Conti, 140 milioni di euro di residui attivi, non riscuotibili e in alcuni casi neppuri iscrivibili, che risalgono all’amministrazione precedente e in qualche caso anche a quelle ancora precedenti. Ma lo abbiamo fatto perché abbiamo scelto la via della trasparenza. Mi si attacca sulla sanità? Vorrei ricordare che la sanità molisana è in mano al Governo, anche se con il Patto per la salute, non attuato a causa della pandemia, è previsto il superamento del commissariamento, che io ho sempre contestato.”

Carmen Sepede

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Attraverso il Molise, trekking e ciaspolate sulla neve per una settimana...

Come sempre un programma ricco di eventi CAMPOBASS/ISERNIA. Oltre alla ciaspolata serale con cena in rifugio e a quelle di giorno con un caloroso brindisi...