HomeSenza categoriaIsernia, al Veneziale riparte Senologia: eseguiti due interventi

Isernia, al Veneziale riparte Senologia: eseguiti due interventi

L’annuncio di Emilio Izzo, portavoce del Comitato ‘In seno al problema’, in prima linea nella lotta del mantenimento del servizio nel nosocomio pentro


ISERNIA. Una notizia che fa ben sperare. Eventi determinati dall’emergenza sanitaria in atto ma che rappresentano un importante precedente per le scelte future che riguarderanno la sanità molisana, in particolare il destino del Centro di Senologia presso l’ospedale Veneziale di Isernia.
Dopo lo stop alle operazioni nel capoluogo pentro, eseguite per vent’anni (di successi), stabilito dall’Azienda sanitaria per ragioni di sicurezza e nell’ambito della riorganizzazione dell’offerta sanitaria nei vari presidi ospedalieri regionali, due giorni fa sono stati eseguiti due nuovi interventi al seno presso il Veneziale.
A lanciare la notizia è il portavoce del comitato ‘In seno al problema’ Emilio Izzo, che da tempo si batte per il mantenimento del servizio a Isernia. E che quindi oggi grida al “ko tecnico per Florenzano, Scafarto e Toma”, indicati come i principali responsabili della riduzione dell’operatività del Centro Senologico isernino.
“Due pazienti – riferisce dunque Izzo – sono ricorse alle cure dei medici del reparto di chirurgia del Veneziale per gravi patologie al seno. Sono state operate brillantemente da colui che era stato, fino alle note angherie, il responsabile del Centro Senologico del nosocomio pentro, il dottor Ettore Rispoli! La notizia risale a l’altro ieri giovedi 28, ma i vertici ASreM si sono guardati bene dal farla trapelare”.
“Il Cardarelli non ha retto, – osserva ancora il portavoce – inquinato di contagi. Ha dovuto far ricorso all’altissima professionalità di chi, negli anni, aveva prestato esemplare servizio al Veneziale fino allo scippo noto ai più e fino al barbaro incendio doloso appiccato a quel che rimaneva dell’ambulatorio medico. Adesso però si apre una strada senza possibilità di ritorno, due interventi che non possono costituire un caso, altrimenti i ricorsi e le denunce correrebbero copiosi nelle procure”.
Izzo continua ad incalzare e riferendosi ai vari vertici Asrem e al governatore del Molise riporta: “Secondo loro, pur conferendo il reparto di senologia al Cardarelli, ad Isernia il Centro Senologico veniva comunque chiuso perché si operava senza i crismi della sicurezza e senza le professionalità del caso! Cioè, per venti anni ad Isernia si sono salvate tante donne in un Centro non autorizzato e non sicuro, ma a fronte di ciò l’ASreM pagava le prestazioni e si gonfiava il petto per i risultati ottenuti dai dottori Rispoli e Scarabeo in ogni luogo e circostanza! Ebbene dicevano il falso ieri se oggi chiedono allo stesso Rispoli di intervenire esattamente in quelle stesse sale operatorie e con quelle stesse professionalità dichiarate inidonee ed insicure. Il quadro è chiaro e gli attori sono avvisati! Da domani, spero nessuna, ma chi dovesse ricorrere alle cure senologiche per le più svariate patologie e per eventuali interventi – conclude – può chiedere di essere ricoverata nel reparto di chirurgia del Veneziale ed essere assistita o operata dal dottor Rispoli (in attesa di riavere con noi la dottoressa Scarabeo)! Questo Comitato darà qualsiasi supporto operativo nel caso venisse richiesto e, specialmente, interverrà nel caso in cui si dovessero creare situazioni di diniego ad eventuali interventi al seno presso l’ospedale isernino”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Torneo di burraco, grande partecipazione al primo memorial ‘Maria Di Tomaso’

A Civitanova del Sannio l'iniziativa in ricordo dell’assistente giudiziaria del Tribunale, scomparsa ad ottobre dello scorso anno. LE FOTO CIVITANOVA DEL SANNIO. Era una delle...