La decisione della Giunta Gravina, con l’agevolazione che oltre ai titolari di bar, ristorante e pizzerie, mira a dare un aiuto a chi svolge attività ambulante nei mercati autorizzati


CAMPOBASSO. Coronavirus, con una Delibera di Giunta, l’Amministrazione comunale di Campobasso ha prorogato l’esonero dal pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico dal 1° gennaio al 31 marzo 2021, per le imprese di pubblico esercizio e per i titolari di concessioni o di autorizzazioni per l’esercizio del commercio su aree pubbliche. Si tratta, come era stato preannunciato dall’assessore alle Attività produttive, Paola Felice, di ulteriori misure connesse all’emergenza Covid-19.

“La Giunta comunale – ha spiegato l’assessore Felice – ha preso atto di quanto determinato a livello nazionale con il decreto legge n. 137 del 28 ottobre 2020, poi convertito nella Legge 18 dicembre 2020 n. 176 e, al fine di promuovere la ripresa delle imprese di pubblico esercizio, i titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l’utilizzazione di suolo pubblico sono esonerati dal pagamento del Canone unico, dal 1° gennaio al 31 marzo 2021”. 

“Altresì – ha aggiunto l’assessore – viene concesso l’esonero del pagamento per il medesimo periodo, dal 1° gennaio al 31 marzo 2021, del Canone Unico per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate, in favore dei titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l’utilizzazione del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche.”

La stessa Giunta Comunale di Campobasso già a maggio 2020 aveva disposto, anche in quel caso con delibera di Giunta, l’esonero al pagamento della Cosap o Tosap per le attività di pubblico esercizio fino al 31 ottobre e successivamente, con una nuova delibera datata settembre 2020, aveva esteso la proroga dell’esonero del pagamento fino al 31 dicembre. Stessa cosa era stata prevista ed attuata per i titolari di concessioni o di autorizzazioni per l’esercizio del commercio su aree pubbliche.

Tutte le autorizzazioni rilasciate, con scadenza al 21 ottobre 2020, nonché quelle prorogate al 31 dicembre scorso, possono essere quindi rinnovate, alle medesime condizioni e modalità, fino al 31 marzo 2021.

È onere dell’autorizzato, o suo procuratore, laddove intenda usufruire del rinnovo, integrare, sulla piattaforma Suap (attraverso la funzione “crea nuovo evento”) la pratica già aperta, con una formale richiesta di proroga.

Per le occupazioni con i dehors, sia esistenti che per le nuove realizzazioni, si dovrà allegare alla richiesta di proroga una dichiarazione sostitutiva, a firma del titolare dell’attività, sull’idoneità statica della struttura, realizzata in conformità alla normativa vigente all’atto della richiesta e/o all’atto dell’acquisto della stessa e la conformità degli impianti di cui al D.M. 22/01/2018 N. 37.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!