HomeSenza categoriaGestione bandi, Lega a testa bassa contro d’Apollonio: “Arcuri? Un dilettante...

Gestione bandi, Lega a testa bassa contro d’Apollonio: “Arcuri? Un dilettante in confronto al sindaco di Isernia”

Il gruppo del Carroccio a palazzo San Francesco coglie l’occasione della defenestrazione del commissario per l’emergenza sanitaria per sferrare un attacco verso il primo cittadino pentro


ISERNIA. Dalla politica nazionale a quella locale il passo è breve. E il gruppo della Lega in Consiglio comunale a Isernia coglie l’occasione propizia per sferrare un affondo verso il sindaco pentro d’Apollonio.
Il pretesto è la defenestrazione del commissario per l’emergenza Domenico Arcuri a opera del nuovo premier Mario Draghi. Arcuri è finito nell’occhio del ciclone in particolare per la maxi commessa sulle mascherine cinesi (caso su cui indaga la Procura di Roma) e per i famigerati banchi a Rotelle.
D’Apollonio ci finisce per il bando legato all’affidamento del servizio delle soste a pagamento e per quello – ora sospeso – del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti. E la Lega incalza: “Arcuri? Un dilettante in confronto al sindaco di Isernia”.

“A Isernia – scrivono i consiglieri Stefano Testa, Irma Barbato e Gianluca Di Pasquale – due accadimenti macroscopici ovvero dapprima il disastro riguardante le soste a pagamento ed in ultimo l’episodio riguardante l’errata pubblicazione e la successiva sospensione del bando per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sono risultati emblematici per chiarire a tutti l’entità dei danni che questo sindaco e la sua amministrazione stanno causando alla nostra città.
Le cifre riguardanti i bandi in questione sono talmente ingenti rapportate alla sola comunità di Isernia che paragonate a quelle che a livello nazionale vengono addebitate al Commissario Arcuri ne fanno un dilettante al confronto.
Nell’arco degli ultimi cinque anni, infatti, – incalzano – ogni volta che l’amministrazione si è trovata alle prese con la pubblicazione di un bando è stato un susseguirsi di errori più o meno ‘tecnici’ che ne hanno pregiudicato il buon esito.
Ciò è ancor più disdicevole poiché diretta conseguenza dell’atteggiamento dispotico della Giunta comunale e del sindaco che, arrogandosi tutti i poteri e tutte le valutazioni, hanno sempre evitato deliberatamente il coinvolgimento e la condivisione con i consiglieri comunali, siano essi di maggioranza che di minoranza, rifiutando così il contributo di idee che potrebbe venire da tutte le professionalità che pure sono presenti in Consiglio. Tale situazione di chiusura nei confronti della cittadinanza e del Consiglio comunale ha vissuto un crescendo nel corso degli ultimi anni, tanto da portare in ultimo al mancato coinvolgimento sia delle Commissioni che del Consiglio nelle decisioni di loro competenza.
Questa è la nota – concludono gli esponenti del gruppo Lega Salvini Premier – di chi dai banchi della minoranza ha sempre cercato di occuparsi della cosa pubblica per dare contributi positivi che l’arroganza e l’autoreferenzialità di questa amministrazione hanno sempre disdegnato ritenendole un’intrusione in un’area riservata a pochi: i risultati sono sotto gli occhi di tutti”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

LibrOrchestra, finale col botto per il Festival nazionale itinerante

Fra filastrocche, letture, laboratori e orchestra: spettacoli per i più piccoli e per gli amanti della musica. Programma di domani, ultima giornata. Con gli eventi...