HomeSenza categoriaCoronavirus, Giustini rilancia sul Vietri. Florenzano: la mancanza di ossigeno fa scattare...

Coronavirus, Giustini rilancia sul Vietri. Florenzano: la mancanza di ossigeno fa scattare l’allarme

Il chiarimento del commissario alla sanità e del direttore generale dell’Asrem, oggi in audizione in Consiglio regionale. Durissimo il giudizio delle opposizioni sulla gestione dell’emergenza Covid in Molise


CAMPOBASSO. Emergenza Covid in Molise, il commissario alla sanità Angelo Giustini rilancia sulla scelta del Vietri di Larino come struttura per l’assistenza dei malati Covid.

Una scelta, quella del Vietri, che avrebbe dovuto essere percorsa dall’inizio, ha affermato Giustini, anche sulla base dell’indicazione arrivata dal Consiglio regionale e dalla stragrande maggioranza dei sindaci del Molise, che avrebbe consentito forse di salvare vite, ha precisato, di certo soldi. Visto che, a quando pare, a causa dei tempi troppo lunghi rischia di saltare il progetto per la realizzazione della cosiddetta ‘Torre Covid’, adiacente al Cardarelli di Campobasso.

Posizione espressa nell’audizione che i vertici della sanità del Molise, il commissario Angelo Giustini, il sub commissario Ida Grossi e il direttore generale dell’Asrem Oreste Florenzano hanno tenuto oggi in Consiglio regionale. Audizione nella quale gli esponenti del M5s hanno chiesto la rimozione dei vertici dell’Asrem, mentre il capogruppo del Pd Micaela Fanelli ha puntato il dito sulle responsabilità, che sono tecniche, quindi di Giustini e Florenzano, ma anche politiche, ha detto, del governatore Toma e della maggioranza consiliare.

Nell’audizione anche il riferimento alla campagna vaccinale in corso e ai problemi nel funzionamento dell’impianto di ossigenoterapia del ‘Cardarelli’, su cui i consiglieri del M5s hanno presentato un esposto in Procura.

Quando in Molise sono aumentati i casi per la diffusione della variante inglese “più contagiosa e in grado di provocare l’ospedalizzazione anche di pazienti più giovani”, ha affermato Florenzano, è stato potenziato l’impianto che fornisce l’ossigeno al reparto di Malattie infettive.

“Si tratta di un reparto di Sub intensiva – ha specificato però il dg dell’Asrem – in cui i pazienti sono attaccati a un monitor 24 ore su 24”. Non può dunque verificarsi una mancanza d’ossigeno, così Florenzano ha voluto rassicurare i molisani, “perché in questo caso scatterebbe l’allarme”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 
 
isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 
 
Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Locandina Workshop

‘Proteggi la costa, adattati al cambiamento climatico’: workshop a Termoli 

Prevista la presenza di esperti del settore e la visita guidata presso la stazione meteomarina  TERMOLI. Si svolgerà domani, sabato 25 giugno, il secondo workshop dal titolo...