HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Vaccinazioni anti-Covid, il generale Figliuolo promuove il modello Molise

Vaccinazioni anti-Covid, il generale Figliuolo promuove il modello Molise

Emblema di un’Italia “che quando fa squadra vince”. Il commissario per l’emergenza conferma l’apertura delle prenotazioni, da lunedì 10 maggio, per gli over 50 e ‘spinge’ su AstraZeneca. Con lui anche il capo dipartimento della protezione civile Curcio. GUARDA IL VIDEO


CAMPOBASSO. Conferma l’apertura delle prenotazioni per i vaccini anti-Covid agli over 50, “al fine di programmare al meglio la campagna di immunizzazione”, ed elogia l’organizzazione messa in campo dal Molise, considerandola l’emblema di un’Italia che “quando fa squadra, vince”.
A parlare è il commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo, in vista alla Cittadella dell’Economia di Campobasso insieme al capo dipartimento della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio.

Il Generale, nel corso dell’incontro con la stampa nel post tour al centro vaccinale, ha inteso evidenziare l’importanza di vaccinarsi, appunto, “per poter uscire dalla pandemia, mettendo da ora in sicurezza gli over 65 e poi le altre classi che rappresentano l’apparato produttivo del Paese”, anche con AstraZeneca. E sul farmaco dell’azienda anglo-svedese si è detto abbastanza sicuro, sposando la linea ufficiale per cui “i benefici superano i rischi” e ha ricordato come in Gran Bretagna sia stato inoculato ad oltre 21 milioni di cittadini.

Guardando al Molise, Figliuolo si è detto soddisfatto per il raggiungimento e il mantenimento del target delle 2.500 vaccinazioni al giorno, ma soprattutto “per il lavoro di qualità”, con attenzione agli over 80 e ai fragili. Ha evidenziato che nel solo centro di contrada Selvapiana, a fronte di oltre 300 somministrazioni, solo sei persone hanno rifiutato il siero, a conferma che questa regione non ha conosciuto battute d’arresto, neanche dopo il caos che ha investito il farmaco AstaZeneca. Poi ha rimarcato il grande sforzo profuso sul territorio regionale dalla Difesa e ha chiuso l’intervento con una raccomandazione: “Anche i vaccinati devono tenere comportamenti adeguati. Finché non raggiungiamo la vaccinazione di massa dobbiamo stare attenti, perché potremmo infettare i deboli e anche perché ci sono le varianti in agguato”.

Il Molise – gli ha fatto eco Curcio – “è sopra il target anche per la somministrazioni di dosi in rapporto alle consegne”.
“Noi continuiamo le nostre visite sul territorio – ha aggiunto – per portare esperienze locali al livello centrale e viceversa. Inoltre, è stato firmato l’accordo con i medici di Medicina generale per essere più capillari con la campagna di immunizzazione”.
E ha concluso: “Per quel che riguarda il sistema di Protezione Civile, oggi ricorre il 45esimo anniversario del terremoto del Friuli. Non scordiamo gli eventi del passato per farne tesoro. E ringrazio i volontari che da sempre si spendono per il territorio”.

GUARDA IL VIDEO

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Scuola strumento di pace, la ‘Petrone’ premiata a Roma

Oggi la consegna del riconoscimento all’istituto di Campobasso. Ospite di spessore della manifestazione la scrittrice ungherese Edith Bruck, che si è congratulata personalmente con...