HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Molise, valanga di risorse con il Por: “Ma non è una conquista”

Molise, valanga di risorse con il Por: “Ma non è una conquista”

Al via la fase di consultazione partenariale della Programmazione 2021/2027. Mai tanti soldi da investire per mettersi al pari e vincere le nuove sfide. Il Presidente della Regione: “Siamo tornati tra le Regioni in ritardo di sviluppo, ora un’imperdibile opportunità per riprendersi”.


“Abbiamo davanti un’opportunità incredibile di crescita, ma ricordiamoci che molti di questi fondi arrivano perché siamo tornati tra le Regioni in ritardo di sviluppo, e per noi questa non è una conquista. Pertanto dobbiamo augurarci di uscirne al più presto”. Il Presidente della Regione Donato Toma è intervenuto questa mattina al webinar che ha annunciato l’avvio della consultazione partenariale della Programmazione del Por Molise 2021/2027.

Toma ha ricordato l’eccezionalità del momento sul piano della programmazione. Ai fondi europei si aggiungeranno quelli del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che sono la risposta nazionale alla pandemia. “Tante risorse, dunque, non è mai accaduto in precedenza di avere una dotazione così imponente – ha detto Toma – Le potenzialità sono enormi, ma dovremo  essere pronti a elaborare le strategie corrette per il nostro territorio. Dai bisogni alle strategie: la data di oggi segna l’avvio della fase di partenariato e l’inizio di una programmazione in cui sarà necessario provvedere all’adeguamento della macchina amministrativa, cioè a sburocratizzarne i meccanismi, e a porre grande attenzione alla transizione ecologica e a tutte quelle priorità che abbiamo il dovere di perseguire”.

Toma si riferisce alle nuove sfide del pianeta: efficientamento energetico, in particolare il miglioramento delle strategie territoriali nell’ambito dell’Agenda 2030. Dunque: efficienza energetica, attuazione delle strategie territoriali e approvazione dei programmi e dell’accordo con il partenariato, senza il quale la programmazione europea non potrà essere attuta.

“Gli obiettivi da raggiungere – ha proseguito Mariolga Mogavero dell’Autorità di Gestione del Por Molise Fesr Fse 2014/2020 – necessitano di azioni mirate in grado di seguire la nuova policy europea”. La stagione delle nuove opportunità riguarda le politiche trasversali tra Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, Green deal europeo finalizzato alla neutralità climatica, Accordo Parigi per le politiche tese a limitare il riscaldamento globale e Pilastro europeo dei Diritti sociali che enuncia i principi guida dedicati a pari opportunità e accesso al mercato del lavoro, condizioni di lavoro eque, protezione sociale e inclusione.

Come detto più volte nel corso dell’incontro, cui nella prima parte ha partecipato anche il Direttore di Sviluppo Italia Molise, Renato D’Alessandro (ha parlato di innovazione in un coinvolgimento più ampio capace di promuovere la ricerca tra imprese, istituzioni, scuola, Università, Centri di ricerca e cittadini),

le risorse impegnate dall’Unione europea saranno straordinarie. Il Consiglio europeo ha adottato il regolamento che stabilisce il quadro finanziario pluriennale (Qpf) dell’Unione Europa per il periodo 2021-2027. Insieme allo strumento per la ripresa Next Generation Eu da 750 miliardi di euro, esso consentirà all’Unione di fornire nei prossimi anni finanziamenti senza precedenti pari a 1.800 miliardi di euro, con particolare attenzione a: mercato unico, innovazione e agenza digitale; coesione, resilienza e valori, risorse naturali e ambiente; migrazione e frontiere; sicurezza e difesa; vicinato e resto del mondo.

In un quadro complessivo in cui lo Stato e le Regioni vedranno alleggerite le attività di valutazione – altra grossa novità – il Molise dovrà farsi trovare pronto e garantire le cosiddette condizioni abilitanti previste dai regolamenti. Condizioni che bisognerà garantire per tutta la durata del programma, affinché si possano utilizzare e rendicontare le risorse. E’ questa forse la sfida più difficile da vincere per un territorio, il nostro, che ha mostrato sempre grossi impacci nel recepire le opportunità e sfruttarne la portata. Stavolta, rispetto al passato, non ci saranno gli esami di riparazione. Non sono ammessi ritardi o errori come oggi e come prima di Toma.

mc

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Girandola di eventi per l’estate a Montenero, attesa per il concerto...

Pubblicato il cartellone delle manifestazioni che animeranno il paese MONTENERO DI BISACCIA. Pubblicato ufficialmente oggi il cartellone dell’Estate Montenerese 2022, con le date di tutti...