HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Popolari, Niro: “Mai avuto un contributo politico da Fantozzi”

Popolari, Niro: “Mai avuto un contributo politico da Fantozzi”

Il segretario regionale attacca l’ex capogruppo al Comune di Isernia: “Non ci ha neppure comunicato le sue dimissioni”


ISERNIA. Dopo l’addio ai Popolari per l’Italia da parte dell’ex capogruppo al Comune di Isernia Gianni Fantozzi, continua il botta e risposta con il segretario regionale del partito Vincenzo Niro. In particolare Niro lamenta la mancanza di un contributo politico da parte di Fantozzi.

“Non ho mai ricevuto da lui sollecitazioni o proposte – afferma in una nota – che tendessero a colmare carenze di programmazione e progettazione politica del partito, che lui doveva pur avere ben chiare se, come dice, lo hanno portato addirittura ad abbandonare il gruppo. Diversamente sono stato spesso sollecitato, dallo stesso Fantozzi, ad intervenire sulle questioni politiche ed istituzionali del Comune di Isernia, per ottenere posizioni di maggiore evidenza e forza politica all’interno dell’ente.

D’altronde, che il consigliere Fantozzi abbia considerato la permanenza nei Popolari per l’Italia in senso unicamente utilitaristico e senza alcuna altra considerazione ed attenzione, lo dimostra il fatto stesso che la sua decisione di lasciare il partito l’abbiamo appresa dagli organi di stampa, non avendo ritenuto, il consigliere, né per forma, né per altro, di darne comunicazione prima di tutto al partito, attraverso gli organi interni a ciò deputati. Per cui, può anche essere che io abbia avuto una caduta di idee, ma non mi pare di essere stato soccorso da Fantozzi, con le sue idee, con i suoi suggerimenti poiché, come dicevo, non risultano a noi pervenuti.

Forse li ha conservati per la prossima collocazione all’interno di un partito di ‘grande respiro politico’. Infine, ha perfettamente ragione Fantozzi quando evidenzia il diverso modo di intendere i passaggi dell’attività politica, quando dice che per lui il risultato elettorale è un punto di partenza per l’attività politica. Io continuo a pensare che l’attività politica non conosce interruzioni, né trova limiti nell’appartenenza ad un piccolo o grande partito. E i risultati elettorali sono i punti di arrivo, nel senso che ti danno la misura di quanto il lavoro svolto sia stato buono o cattivo. Tutto, evidentemente – conclude – è sempre rinviato al giudizio degli elettori”.  

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Campobasso, un ‘murale’ per la Polizia: l’opera dei ragazzi del liceo...

Il risultato del progetto di alternanza scuola-lavoro svolto dagli studenti nel corso dell’anno. Ieri la visita del direttore della Scuola Allievi ai giovani artisti CAMPOBASSO....