Sono trascorsi 6 anni dalla tragedia costata la vita al a Giuseppe Mancino. A lui è stata intitolata la scuola edile


RICCIA. Sono trascorsi 6 anni dalla tragedia costata la vita a Giuseppe Mancino di Riccia. L’operaio morì nel crollo della cupola della chiesa di Pietracatella e altri due suoi colleghi rimasero feriti.

Domani, sabato 5 giugno, il Molise – riferisce l’Ansa – ricorda la vittima di quell’incidente sul lavoro. Proprio a Riccia verrà intitolata a Mancino la scuola edile.

L’iniziativa è stata promossa dalla Confapi, la Confederazione italiana della piccola e media impresa privata, insieme all’Edilcassa Molise e ai sindacati di categoria. Alle 11 in piazza Sedati ci sarà la cerimonia durante la quale “l’area formazione e sicurezza per le professioni edili” verrà intitolata a “Giuseppe Mancino e a tutti i caduti sul lavoro”. Interverranno il sindaco di Riccia, Pietro Testa, il presidente dell’Edilcassa Molise, Silvio Amicucci, e il presidente di Confapi Molise, Nicolino Moffa. Moderatore sarà la consigliera regionale Micaela Fanelli.

L’incidente avvenne il 28 luglio del 2015 mentre all’interno della chiesa erano in corso i lavori di ristrutturazione post sisma dopo il terremoto del 2002. Il cedimento di parte di una cupola laterale dell’edificio travolse i tre operai che erano al lavoro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto!