L’omaggio della città di Bari all’insegnante di Agnone scomparso qualche anno fa


AGNONE/BARI. La passione per l’insegnamento e, soprattutto, per lo sport che lo ha accompagnato per tutta la vita. Per questo oggi, a quattro anni dalla sua scomparsa, la città di Bari ha voluto rendere omaggio al professore originario di Agnone Francesco Rainone.

A lui è stata infatti dedicata una targa affissa sulla facciata del palaMartino, grazie a una iniziativa di alcune ex cestiste dell’Atletica Bari.

“Francesco Rainone era il nostro presidente tra gli anni Sessanta e Settanta. Era appassionato di sport, tanto da spendere gran parte del suo stipendio per finanziare le attività”, ricorda Vittoria De Padova nell’intervista a La Repubblica.

Francesco Rainone era nato ad Agnone nel 1932, e a circa 30 anni si è trasferito a Bari con la famiglia. Nel capoluogo pugliese, ha lavorato come docente di matematica, ma “da sempre, contemporaneamente, organizzava incontri e allestiva squadre”, racconta la sorella Elvira.

“È stato presidente di alcune società, tra le quali l’Atletica Bari, nella quale ha militato Nicla Crocitto, la prima cestista pugliese a essere convocata in nazionale, e la Maiellaro – continua Vittoria De Padova – è stato un mecenate: per molti anni, ha finanziato integralmente le attività delle società, come l’Atletica Bari, quindi ci è sembrato doveroso ricordarlo così”. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!