Domenica prossima con ‘Tratturando’ è in programma, aperta a tutti, una giornata sul mitico ‘Lucera-Castel di Sandro’. Da Santo Stefano al Biferno, poi ascesa a Castropignano e finale a Torella del Sannio. E’ gran parte del percorso dell’ultima tappa della transumanza targata Unesco della celebre famiglia di pastori di Frosolone.


di Maurizio Cavaliere

Si riparte? Sì, forse è la volta buona. Domenica prossima si torna sui tratturi dopo la lunga pausa pandemica del 2020 e di parte del 2021. Con il patrocinio dei Comuni di Campobasso, Castropignano e Torella del Sannio, l’associazione Tratturando e la Fondazione Popoli e Territori organizzano la ‘camminata’ da Santo Stefano a Torella attraversando il Comune di Castropignano. E’ il percorso fantastico dell’ultima tappa della transumanza della famiglia Colantuono, sul tratturo Castel di Sangro-Lucera, prima di arrivare a Frosolone.

Programma intenso con partenza alle 7.30 da Santo Stefano, colazione al sacco. Discesa verso il Biferno e ascesa a Castropignano dove è prevista la visita al centro storico. Alle 12 arrivo a Torella del Sannio, pranzo a base di prodotti tipici e poi visita guidata al Castello Ciamarra. Rientro previsto alle 17.30.

Quello di domenica è il primo di due appuntamenti: a metà luglio si camminerà nella direzione opposta da Santo Stefano a Matrice passando per Ripalimosani. Per poi festeggiare la transumanza nei giorni 14 e 15 agosto in un evento speciale, con la notte verde della transumanza, nel totale rispetto delle norme anti Covid.

colantrattu

Nicola Di Niro, direttore di Asvir Moligal, la famiglia Colantuono e tutta la squadra della transumanza molisana ci credono: la speranza è quella di un buon rodaggio sulla strada brecciata che potrebbe portare a rifare la transumanza vera, quella dei quattro giorni, di cui tutto il mondo, a partire dal New York Times, ha parlato. L’ipotesi è di un viaggio organizzato per la fine di ottobre: sarebbe per la prima volta dopo tanto tempo una transumanza dal Molise verso la Puglia e non il contrario, da Acquevive di Frosolone a San Marco in Lamis, da una masseria all’altra. La pandemia ha reso impossibile il sogno di camminare di nuovo petto in fuori, accompagnando centinaia di bovini, dopo il prestigioso omaggio dell’Unesco. Il Molise e i Colantuono non hanno ancora potuto fregiarsi di questo riconoscimento conquistato sul campo, con la fatica e i gesti dei pastori di una volta. Incrociamo le dita.

Intanto ci godiamo la prima (ri)uscita. Per info e prenotazioni contattare i numeri 3394556291 o 3317929000. Quota di partecipazione 5 euro per i soci, 20 euro (15 iscrizione, più 5 evento) per i non soci. Compresi colazione, pranzo e rientro in sede con autobus.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!