HomeNotizieCRONACACampobasso, detenzione a fini di spaccio: denunciato un 20enne

Campobasso, detenzione a fini di spaccio: denunciato un 20enne

E’ solo l’ultima di una lunga serie di operazioni che hanno portato alla luce un aumento del consumo di droghe leggere tra i giovanissimi nel capoluogo molisano


CAMPOBASSO. Nel pomeriggio del 3 agosto il personale della Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura del capoluogo molisano ha fatto irruzione all’interno di una abitazione sita nel quartiere “Vazzieri” di Campobasso. L’operazione è scattata a seguito di una segnalazione da parte di alcuni residenti della zona che avevano notato un insolito andirivieni di ragazzi giovanissimi, che si recavano presso l’appartamento ove si intrattenevano per poco tempo per poi andare via frettolosamente.

A seguito di tale segnalazione, gli agenti della Squadra Mobile hanno immediatamente attivato una mirata attività di indagine che ha portato ad effettuare una perquisizione all’interno dell’abitazione.

Sono stati rinvenuti circa 80 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, strumenti per la pesatura e materiale per il confezionamento delle dosi oltre ad una somma di 5000,00 euro, probabile provento dell’attività illecita. Pertanto, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria un ventenne di Campobasso, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il giovane aveva realizzato un vero e proprio laboratorio all’interno della sua cameretta. Questo è solo l’ultimo di una serie di episodi portati alla luce dall’incessante attività di contrasto posta in essere dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Campobasso, diretta dal Vice Questore Marco Graziano.

“Episodi questi – dichiarano dalla Questura di Campobasso – che destano un elevato allarme sociale per la costante e preoccupante crescita del consumo di droghe leggere tra i giovanissimi. Negli ultimi anni si è avuta un’evoluzione di qualità e tipologia, si parla ormai da diversi anni di marijuana geneticamente modificata (OGM) o supermarijuana. Si tratta di una varietà contenente una percentuale di THC di gran lunga superiore a quella presente nelle piante tradizionali, nomi eccentrici che riconducono alle loro caratteristiche organiche, come: “Afghan Kush Ryder, Ak 49, Bubble, Diesel, Sweet Tooth, Wabba, White Berry, sono solo alcuni delle centinaia di specie, purtroppo ben conosciute dai giovani tossicodipendenti”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Jova Beach party più forte del maltempo: supershow con Morandi e...

Grande spettacolo a Vasto: nel pomeriggio vento e pioggia fanno slittare di qualche ora il concerto, ma l’attesa è stata ripagata VASTO. Il maltempo lo...