HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Fondi sisma, in fumo almeno tre milioni di euro: e la restituzione...

Fondi sisma, in fumo almeno tre milioni di euro: e la restituzione peserà sui cittadini

Il presidente dell’Ordine regionale dei Geologi Domenico Di Lisa tuona: per adempiere alle richieste della Protezione civile bisognerà pagare un mutuo salato, tutto dalle tasche dei molisani. E incalza: “I soldi dovevano essere nel bilancio: che fine hanno fatto?”


CAMPOBASSO. Sono almeno 3 milioni i fondi sisma stanziati, erogati, percepiti ma mai utilizzati che la Regione Molise dovrà restituire alla Protezione civile. La denuncia, giunta ieri dall’Ordine dei Geologi del Molise, riguarda il mancato uso dei fondi per gli interventi di prevenzione dei terremoti e degli studi territoriali. La ragione sarebbe da ravvisare nell’assenza di un progetto d’utilizzo delle risorse che perdura ormai dal 2016.

Il presidente dell’Ordine regionale, Domenico Di Lisa, contattato telefonicamente da isNews, conferma: i fondi sicuramente non utilizzati sono quelli per gli studi di microzonazione sismica, finanziati dalla legge n. 77 del 24 giugno 2009 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di Protezione Civile), per il periodo dal 2016 ad oggi.

Tre milioni di euro, si diceva, stanziati ed erogati e che la Regione Molise avrebbe regolarmente percepito. Ma c’è un problema: “Questi soldi – spiega Di Lisa – non solo non sono stati spesi, ma dal bilancio regionale sono proprio ‘scomparsi’. Il dubbio, legittimo, è che siano stati utilizzati per altro. Cosa, non è dato sapere: ma la Regione dovrebbe averli in cassa, questo è sicuro”.

La Protezione Civile ha disposto la revoca e la restituzione dei fondi già accreditati e non utilizzati per le regioni inadempienti, oltre che l’esclusione dal riparto dei fondi stanziati per le annualità 2019, 2020 e 2021. E se questi soldi non spunteranno fuori, saranno dolori. Per adempiere, la Regione sarà costretta ad avviare le procedure per accendere un nuovo mutuo – l’ennesimo: altra stangata che graverà sulle tasche dei cittadini molisani.

Maggiori dettagli saranno forniti in una conferenza stampa in programma martedì prossimo, 25 dicembre, alle ore 11 presso l’incubatore per le imprese in via Monsignor Bologna, a Campobasso.

Pierre

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Teatro a 1000 metri, il Rudens di Plauto in scena

Teatro a Mille metri, pubblico e consensi al ‘Sannitico’ di Pietrabbondante:...

Ospiti del sindaco Antonio Di Pasquo per la serata conclusiva con la commedia plautina 'Rudens' il Presidente Donato Toma e l'assessore Vincenzo Cotugno PIETRABBONDANTE. Si...