HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Automotive, corsa a due per la prima gigafactory d’Italia: Ivrea pronta a...

Automotive, corsa a due per la prima gigafactory d’Italia: Ivrea pronta a ‘scalzare’ Termoli

Nella scelta per la riconversione di uno stabilimento italiano alla produzione di batterie per auto elettriche, oltre al progetto di Stellantis per il Molise, spunta quello della Italvolt in Piemonte


TERMOLI/IVREA. È corsa a due per la realizzazione della prima gigafactory dell’automotive in Italia. Se da un lato c’è il progetto targato Stellantis per la riconversione dello stabilimento Fiat di Termoli alla produzione di batterie per auto elettriche, perorato da tempo dall’amministratore delegato della multinazionale di diritto olandese Carlos Tavares, dall’altro – riferisce motorionline.com – spunta il progetto Italvolt, guidato dall’imprenditore svedese Lars Carlstrom, che punta invece sull’impianto piemontese di Scaramagno, vicino a Ivrea.

Nei giorni scorsi Tavares si è recato anche in Molise per confermare l’intento di investire sul territorio, tuttavia – si legge – le recenti affermazioni “sui costi eccessivi anche in relazione alla manodopera” hanno messo in dubbio la realizzazione di un progetto che, in estate, sembrava una certezza.
Tuttavia, niente è perduto. Sono ancora in corso, infatti, colloqui con il Governo per la conferma definitiva della costruzione della Gigafactory a Termoli.

Quasi in contemporanea, però, Italvolt – prosegue l’articolo di motorionline – sta procedendo a grandi passi col suo progetto di Gigafactory nei pressi di Ivrea, con l’azienda che aspetta il parere di competenza, atteso per il 24 gennaio, da parte del SUAP (Sportello unico per le attività produttive) di Ivrea. Se questo step dovesse concludersi positivamente, Italvolt avrebbe la strada spianata nella presentazione del progetto esecutivo dello stabilimento che sorgerebbe nei terreni dell’ex Olivetti. A quel punto l’autorizzazione al progetto definitivo potrebbe arrivare entro fine 2022, consentendo ad Italvolt di rispettare le tempistiche previste dal business plan, ovvero di avviare la produzione della Gigafactory piemontese entro il 2024. Chi la spunterà?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...