HomeOcchi PuntatiFebbre di lassa, segnalati due casi del virus 'parente' dell'ebola

Febbre di lassa, segnalati due casi del virus ‘parente’ dell’ebola

I contagi sono stati individuati in Gran Bretagna. Sintomi e rischi


GRAN BRETAGNA. Un virus simile all’ebola che in questi giorni sta preoccupando la Gran Bretagna. Parliamo della febbre di lassa, una malattia emorragica virale acuta che può portare a emorragie interne e interessare più sistemi di organi. Due persone dell’est dell’Inghilterra l’hanno contratta e una è sotto osservazione.

La notizia è stata riportata da The Sun e ripresa da ‘Il Giornale’. Le persone che di solito contraggono il virus potrebbero essersi esposte a cibo o oggetti ricoperti da urina o feci di ratto ma può anche diffondersi attraverso fluidi corporei infetti. 

Il virus, anche se fa parte della stessa famiglia dell’Ebola, non così mortale o contagioso ed è diventato endemico in numerosi paesi dell’Africa occidentale. La maggior parte delle persone con Febbre di Lassa guarisce completamente anche se alcune persone possono ammalarsi gravemente. L’origine è dall’omonima città della Nigeria da cui ha preso il nome.

I due infetti accertati sono rientrati di recente proprio da un viaggio in Africa occidentale: uno di loro è ricoverato al Royal Free Hospital di Londra mentre il secondo è già guarito. Fino a questo momento, il Regno Unito ha contato otto casi dal 2009 prima di questi due nuovi già accertati. Mentre la maggior parte di chi viene colpito sviluppa la malattia in maniera asintomatica, nelle altre situazioni si manifestano febbre, affaticamento fisico, nausea, vomito, diarrea, mal di testa, dolori addominali o mal di gola. La febbre, prima di manifestarsi, ha un periodo di incubazione che può arrivare a 21 giorni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti