HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Una legge per lo Smart working nelle aree interne: ok alla proposta...

Una legge per lo Smart working nelle aree interne: ok alla proposta che arriva dal Molise

Conclusa la due giorni di Agorà Democratiche. Fanelli: “Confronto e concertazione per il futuro delle aree marginali”


CAMPOBASSO. “Confronto e concertazione per costruire un futuro che declini con il verbo fare la speranza di futuro per le aree interne”. Lo dice la responsabile nazionale del Partito Democratico per i Piccoli Comuni e capogruppo in Consiglio regionale del Molise, Micaela Fanelli, a margine dei due incontri che ha organizzato nel contesto delle Agorà democratiche, per fare il punto su una proposta di legge sullo Smart working che, partendo dal Molise, ha l’ambizione di divenire nazionale.

Una due giorni che, insieme ai preziosi contributi dei relatori, ha ospitato numerosi interventi di amministratori, esponenti di associazioni di categoria, sindacati, agenzie interinali, imprese, cooperative, enti di formazione, dirigenti di case circondariali, giovani e cittadini: tutti chiamati a dare il loro apporto e la loro fattiva collaborazione a una proposta di legge che ha già ottenuto l’assenso del Partito Democratico e che ha riscontrato l’impegno fattivo del senatore del PD, Alan Ferrari e della Sottosegretaria MISE, Anna Ascani. 

Il primo, infatti, dopo aver già raccolto la proposta della Fanelli per un emendamento alla Legge di Stabilità, ha fatto sapere di voler continuare a operare in questa direzione attraverso il Milleproroghe, dove proporrà una fase di sperimentazione all’interno delle Strategie Nazionali per le Aree Interne, che possa prevedere incentivi per tutte quelle aziende che decideranno di assumere giovani delle aree interne in Smart Working. Il tutto mentre, sul tema, prenderà il via anche un lavoro congiunto insieme al senatore del PD, Bruno Astorre e Francesco Spanò membro del consiglio tecnico scientifico del club ‘I borghi più belli d’Italia’ per un DDL Delega.

Ottimo, inoltre, il riscontro giunto da parte della Ascani che ha raccolto la proposta di accompagnare il percorso della Proposta di Legge regionale e nazionale e rendere così attuabili gli Hub comunali per lo smart working e la digitalizzazione dei piccoli comuni.

Tutti questi sono stati, infatti, i temi posti al centro del dibattito della seconda giornata delle Agorà Democratiche sullo Smart working, che questa mattina ha fatto il punto sulla ‘Connessione digitale e gli aspetti di contesto’: ovvero sulla necessità ma anche sulle tante occasioni che oggi ci sono per potenziare le infrastrutture materiali e immateriali che rappresentano i pilastri della tutela dei diritti fondamentali dei cittadini e dei territori. 

“Raccogliamo l’assenso alla Proposta di Legge e l’ok a un più ampio progetto di innovazione e sperimentazione che riguarda la digitalizzazione delle aree interne come strumento di sviluppo dei territori, che arriva sia dai parlamentari del Partito Democratico sia dalla sottosegretaria al Mise – ha concluso Fanelli - Quanto emerso dal dibattito e la relativa Proposta di Legge sarà disponibile sul sito delle Agorà Democratiche, dove ognuno potrà votarla e continuare a offrire il proprio contributo secondo le procedure partecipative del PD”. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Carpinone celebra San Rocco: tornano i giochi popolari e la gara...

Appuntamento domenica 14 e lunedì 16 agosto per una due giorni di divertimento e spettacolo CARPINONE. Tornano i giochi popolari in piazza a Carpinone. Dopo...